Napoli, esplosione nel golfo: "brilla" una bomba della seconda guerra mondiale

video Una grande bomba d'aereo della seconda guerra mondiale è stata individuata a pochi metri della banchina del porto di Napoli. Intervento immediato dei Palombari del Gruppo operativo subacquei (Gos) del Comando subacquei ed Incursori della Marina militare (Comsubin), distaccati presso i Nuclei Sdai di Napoli (Sminamento Difesa Antimezzi Insidiosi). Durante l'operazione sono stati neutralizzati l'ordigno e alcuni proiettili, rinvenuti nelle immediate vicinanze della banchina dove abitualmente ormeggiano le navi da crociera nel porto di Napoli. La prefettura ha disposto l'evacuazione della Stazione Marittima e del molo Beverello, l'interdizione del traffico pedonale e veicolare di Via Acton. Alle primissime luci dell'alba gli operatori del Gos si sono immersi nei pressi dell'ormeggio cinque del molo Angioino: gli artificieri hanno confermato non solo la presenza di una bomba d'aereo inglese da 500 libre (tipo MK IV GP), ma anche quella di 3 proiettili di artiglieria di grosso calibro, tutti risalenti al secondo conflitto mondiale.Le operazioni sono scattate alle 5.15. Gli ordigni esplosivi, con tutte le cautele del caso, sono stati imbragati e rimorchiati a distanza fino a raggiungere una zona di sicurezza individuata dall'Autorità Marittima, a circa 3 miglia fuori il porto, dove, attraverso consolidate procedure tese a preservare l'ecosistema marino, sono stati distrutti. A cura di Anna Laura De Rosavideo Marina militare