La poesia è quasi una ninnananna

«Buonananna buonanotte/sogna quelo che te piase sognar/sogna oci che riva in fondo/scuro babau vose del mar,/cori cori tra le braghesse del nono/cori a rider tra le so man;/man che conosse/martel ciodi el rosso sol de l’avenir/cori cori, cori a dormir/che vegnarà da ti un partigian/che ’l