"Firenze secondo me", Renzi narratore tra i luoghi simbolo della città toscana

video Presentato in anteprima al Teatro del Sale di Firenze il documentario che ha come narratore l'ex premier Matteo Renzi. Si intitola "Firenze secondo me" e andrà in onda in quattro puntate sul canale Nove da sabato 15 dicembre. Un viaggio e una narrazione "parziale e personale" come l'ha definita lo stesso Renzi, attraverso i luoghi simbolo del capoluogo toscano di cui l'ex segretario del Pd, ora senatore, è stato presidente della Provincia e poi sindaco.Video di Giulio Schoen

Scontro Renzi-Minniti, Giannini: "Nell'asilo Mariuccia del Pd solo tattiche e personalismi"

video Marco Minniti minaccia di ritirarsi dalla corsa per la segreteria del Pd dopo giorni di tam tam sulla possibile scissione del partito. Senza i voti dei renziani l'ex ministro degli Interni non ha possibilità di vincere. E l'ex premier Matteo Renzi si smarca spiegando: "Non mi occupo del congresso". Uno spettacolo deludente: "In un partito moribondo non si vede uno straccio di idea e di programma ma solo miserabili tatticismi e insopportabili personalismi". il "Punto Massimo" di Massimo Giannini ogni giorno su Radio Capital alle 10.20, 13.20 e 17.20

'Natale a 5 stelle' la farsa è politica. Vanzina: "Gigi e Matteo? Se spiritosi rideranno"

video Dal 7 dicembre solo su Netflix il film che racconta una visita di stato in Ungheria del premier italiano che molto ricorda Giuseppe Conte e ha il volto di Massimo Ghini. Ma la commedia, un adattamento da una farsa inglese, non risparmia nessuno da "Gigi e Matteo" a Matteo Renzi e il "bunga bunga" di Berlusconi. La firmano Enrico Vanzina, sceneggiatore, e Marco Risi, regista ma è frutto del lavoro con Carlo Vanzina, morto l'8 luglio scorso. L'intervista di Chiara UgoliniMontaggio di Paolo Saracino

'Natale a 5 stelle', su Netflix l'ultimo film dei fratelli Vanzina

video Dal 7 dicembre solo su Netflix il film che racconta una visita di stato in Ungheria del premier italiano che molto ricorda Giuseppe Conte e ha il volto di Massimo Ghini. Ma la commedia, un adattamento da una farsa inglese, non risparmia nessuno da "Gigi e Matteo" a Matteo Renzi. La firmano Enrico Vanzina, sceneggiatore, e Marco Risi, regista ma è frutto del lavoro con Carlo Vanzina, morto l'8 luglio scorso.Netflix

Martina (Pd) su Berlusconi: "Non gli chiedo scusa e non firmo per un suo ritorno"

video Per l'ex premier Matteo Renzi, la sinistra deve "chiedere scusa a Berlusconi, era un pischello rispetto alle norme ad personam che ha fatto Salvini". Lo scrittore Sandro Veronesi invece dice che "firmerebbe col sangue" per il ritorno del leader di Forza Italia a Palazzo Chigi. Maurizio Martina, che è stato vice di Renzi alla segreteria del Pd, la pensa diversamente: "Io non chiedo scusa a Berlusconi e non firmo per un suo ritorno", dice a Circo Massimo, su Radio Capital. "I problemi che abbiamo davanti sono figli della destra di questi anni e dei guasti che hanno prodotto. Ma - spiega - capisco il ragionamento di questa provocazione, cioè che è meglio una destra istituzionale che una destra nazionalista e populista". Intervista di Massimo Giannini e Jean Paul Bellotto

Pd, Occhetto: "Non ho ucciso io il Comunismo. La sinistra risorgerà dalle proprie ceneri"

video Quasi 30 anni dopo la storica svolta della Bolognina, Achille Occhetto ritorna nel capoluogo emiliano. La sala non è la stessa nella quale l'ultimo segretario del Pci sciolse il partito, ma è un'ex sede del Pd. "La sinistra risorgerà solo dopo aver compreso che ora è cenere, così come l'araba fenice", ha detto Occhetto, che non risparmia critiche a Matteo Renzi : "A me non interessa il suo dramma, era un'epoca già finita". Video di Valerio Lo Muzio