Pronto soccorso di Dolo via ai lavori dopo lo stop Vesnaver vicepresidente

DOLO. Sono ripartiti questa settimana, dopo mesi di pausa, i lavori per la realizzazione del Pronto Soccorso di Dolo. I lavori sono stati aggiudicati a una delle nove ditte che hanno formulato le offerte attraverso il bando pubblico scaduto lo scorso aprile. Dopo la rescissione del contratto con la ditta inizialmente individuata per la realizzazione del Pronto soccorso, l'Usl 3 Serenissima nei mesi scorsi infatti si era subito attivata per riattivare l'appalto secondo le normative. I cantieri, a causa di quel disguido si erano fermati. Il progetto è stato aggiornato alle normative vigenti e, nel frattempo, nei mesi scorsi è stato completato il collaudo statico delle fondazioni, attraverso il quale sono stati collaudati 205 pali. Ora che ripartiranno i lavori, tutti si augurano che procedano speditamente. Il costo dell'intervento è di 3,5 milioni. La nuova opera sarà in gran parte costruita ex novo con una metratura in ampliamento di 1830 metri quadrati, oltre la ristrutturazione di circa 180 metri quadrati dell'esistente. Intanto ieri pomeriggio in municipio a Mira si è riunito il comitato dei sindaci del distretto Mirano-Dolo. Dopo l'elezione nelle scorse settimane a presidente del sindaco di Fiesso Andrea Martellato è stata eletta alla vicepresidenza Martina Vesnaver, sindaco Spinea in virtù dell'equilibrio fra Miranese e Riviera. È stato poi approvato all'unanimità dai sindaci il bilancio di esercizio. Sono stati risparmiati oltre 480mila euro e gli sgravi saranno ripartiti fra i comuni. Fra quelli che pagheranno meno: Spinea con 157 mila euro in meno e poi Mira con 52mila e Noale con un risparmio di 35mila. Infine è stata convocata per il 23 settembre la Conferenza dei sindaci dell'Usl 3 Serenissima. Il nodo riguardava il metodo di elezione del presidente: l'intesa raggiunta prevede una rotazione ogni 18 mesi tra i diversi comitati. Aperta invece la questione del numero dei componenti dell'esecutivo. --A.Ab.