Mille e 800 i rimborsati ma solo 988 non ci saranno

Dieci giorni fa, i biglietti venduti erano 15 mila. Di questi, 1.800 sono stati rimborsati, dopo l'annuncio che 8 tra gli artisti più attesi erano stati eliminati dal cartellone: Aphex Twin, Pusha-T, Jon Hopkins, mura masa, Modeselektor, Moodymann, Adam Beyer e The Vaccines. Otto su cento, ma gli otto nomi erano quelli in grado di muovere le folle. Non ci sono dati aggiornati sui ticket venduti.Ma si viene a sapere che dei 1.800 rimborsati, 988 hanno avuto i soldi indietro. Gli altri hanno optato per soluzioni alternative: dai drink omaggio ai ticket per gli amici. I tagliandi per Home Venice si continuano a vendere. Complici due offerte allettanti: i biglietti a 20 euro per i residenti della città metropolitana e la possibilità per le famiglie di entrare con un solo tagliando la domenica: due adulti e ragazzini under 16. A dire il vero, tra i rimborsati c'è chi ha approfittato della doppia offerta, chiedendo il rimborso del biglietto acquistato a prezzo pieno e riacquistandolo scontato. Ma ora non è più possibile: la procedura per il rimborso ha chiuso ieri. Il taglio al cast del festival sarebbe da addebitare - sostiene l'organizzazione - all'impossibilità di allestire il secondo palco, per motivi di sicurezza. Gli intoppi nell'esecuzione dei lavori a San Giuliano sono cosa nota. Comunque, dietro le quinte si parla d'altro: aspettative deluse e troppo pochi i biglietti venduti, a fronte di spese ingenti. Da qui, la necessità di tagliare, per rientrare con i costi e non chiudere con un pesante "rosso" la prima edizione. -- L.B.