Pensionato ripara la statua di Gesù

TORRE DI MOSTO. Per colpa di una caduta accidentale, alcune parti erano andate in frantumi, tanto che i fedeli temevano che la loro amata statua fosse andata irrimediabilmente perduta. Invece la statua in gesso raffigurante Gesù Bambino è tornata all'originale splendore, grazie all'opera di restauro condotta da Gianni Battistella.Lui, artigiano e fine muratore, da quando è andato in pensione, ha infatti scoperto di avere anche sorprendenti capacità manuali e artistiche, che mette a disposizione a scopo benefico. La statua di Gesù Bambino ha un grande valore affettivo per i torresani. Da molti decenni, la notte di Natale viene esposta in chiesa, davanti all'altare maggiore e tutti si scambiano gli auguri davanti a lei. Tanto per capirne l'importanza, basti pensare che i settantenni del paese, a loro memoria, dicono di averla sempre vista lì. A nome della comunità torresana, il parroco don Gabriele Secco ha voluto ringraziare Gianni Battistella per il restauro. «Con bravura e tanta pazienza», spiegano i fedeli, «Gianni ha ricostruito le parti danneggiate, con un risultato eccezionale, facendone dono alla comunità». --Giovanni Monforte