Un altro malato di West Nile colpito sessantenne del centro

Alessandro Abbadir / MIRANuovo caso di Malattia da virus West Nile a Mira. Ad essere ricoverato in ospedale nei giorni scorsi è stato un sessantenne della zona del centro di Mira Taglio. La sua situazione è sotto controllo dal punto di vista clinico. A darne comunicazione dopo la conferma del contagio da parte dell'Usl 3, è direttamente il Comune di Mira che ha dato l'avvio di una disinfestazione straordinaria, come da protocollo. La disinfestazione, adulticida e larvicida, è avvenuta questa notte nel centro di Mira. «Continuiamo a tranquillizzare la popolazione», afferma il sindaco Marco Dori, «perché la situazione è sotto uno stretto controllo da parte delle autorità sanitarie. Il Comune di Mira come è emerso anche in occasione dell'incontro pubblico che la Conferenza dei sindaci della Riviera ha organizzato sul tema la scorsa settimana al Teatro Villa dei Leoni, risulta essere puntualmente monitorato e l'amministrazione si sta spendendo moltissimo non solo per la disinfestazione delle aree pubbliche ma anche per contribuire all'attività dei privati È una malattia che si sta diffondendo nel nostro territorio a causa dei cambiamenti climatici, l'unica cosa che possiamo fare per difenderci è rispettare il sistema di monitoraggio che esiste da 10 anni sul territorio nazionale e sviluppare un sistema di collaborazione fra istituzioni e privati».I casi di West Nile in Riviera e Miranese sono saliti in questi giorni a 12: 3 a Mira, 2 a Camponogara, 1 a Pianiga, 1 a Dolo, 1 a Vigonovo, 1 a Spinea, 1 a Noale, 1 a Stra e infine 1 a Campolongo di qualche giorno fa.Da notare però come in almeno due casi: uno a Spinea e uno a Treviso, ci siano stati due morti anche tra persone sane, cioè non debilitate da altre malattie. Un segnale che ora gli esperti devono valutare ma che preoccupa.Nei paesi che hanno avuto le persone ammalate si stimano siano state fatte oltre un migliaio di disinfestazioni in aree verdi e parchi pubblici. Non sono mancati i casi nel comprensorio di segnalazioni fatte anche dall'ex consigliere comunale di Dolo Vincenzo D'Agostino di disinfestazioni fatte in modo superficiale, e di richieste di taglio dell'erba da parte delle mamme a ridosso delle scuole. Ieri mattina allo sportello del Comune di Mira si sono presentate ben 170 persone per ricevere gratuitamente le pastiglie messe a disposizione.«Sono proprio i giardini e le aree verdi private ad essere maggiormente bisognose di interventi - spiega l'assessore all'Ambiente Maurizio Barberini, «L'invito è a proteggersi con appositi repellenti e zanzarieree a contribuire nella disinfestazione mantenendo in ordine i propri giardini, tagliando l'erba ed eliminando tutti quei recipienti che possono contenere acqua stagnante. Intensificheremo i controlli per il rispetto dell'ordinanza». -- BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI