Senza Titolo

PortogruaroAncora code e disagiin autostradaDue le situazioni problematiche che si sono presentate ieri in A4. Nel primo caso un incidente avvenuto alle 14. 30 sulla carreggiata Est a Palazzolo dello Stella in Friuli, che ha visto coinvolti una bisarca carica di automobili e un pullman, ha creato code per oltre 20 chilometri fino a Portogruaro. Autovie Venete ha coordinato ii soccorsi con la Polizia stradale. Dall'altra parte, in carreggiata Ovest, qualche minuto dopo un mezzo pesante ha subito l'esplosione, durante la marcia, di tre pneumatici nella zona di Annone Veneto. Per i Tir sull'A4 «Penalizzante il limite di 60 km all'ora»«È assurdo voler fluidificare e rendere sicuro il traffico pesante lungo la tratta cantierizzata della A4 rallentando i tir, quindi diciamo già no all'ipotesi 60 chilometri all'ora, che tra l'altro è una velocità a rischio noia». A dirlo è Nazzareno Ortoncelli, presidente della Federazione Trasporti della Confartigianato Metropolitana Città di Venezia, che entra nel merito delle varie ipotesi che si stanno facendo nel dicastero dell'assessorato regionale alle Infrastrutture del Friuli Venezia Giulia per gestire il nodo sicurezza sui cantieri per realizzare la terza corsia . PortogruaroVenezia Orientale Tours passa a 14 sociÈ aumentato da 9 a 14 il numero di soci del consorzio turistico Venezia Orientale Tours, che agisce all'interno del Distretto turistico del Veneto orientale. Aumentando gli attori crescono sensibilmente anche le iniziative. I nuovi progetti dell'ente, presieduto da Paolo Bellotto, sono stati illustrati nel corso di una conferenza stampa. Tra le attività della rete ci sono le visite alle cantine della strada doc Lison Pramaggiore, il mercato di Portogruaro, le visite a Villa Ivancich e al bunker di San Michele e gli aperitivi tra gli scavi romani a Concordia.BIbioneCorso di formazioneper architettiSi svolge al Faro fino a domani, dalle 9 alle 18, il corso di formazione per architetti, pianificatori, paesaggisti e conservatori. Le lezioni sono aperte a tutti gli iscritti ai rispettivi ordini professionali provinciali, in particolare del Veneto e del Friuli. Durante le tre giornate di corso i lavori saranno organizzati in modo da fornire ai professionisti strumenti e conoscenza delle principali pratiche operative di trasformazione del paesaggio a partire dalla riorganizzazione di elementi naturali e antropici. Sicuramente un corso molto interessante.