Da domani dopo undici anni torna la Festa dello Sport

MARCON Ritorna dopo 11 anni la Festa dello Sport. Domani e domenica Marcon si trasformerà in una sorta di "città dello sport", protagoniste le diverse pratiche sportive negli impianti di calcio, tennis e nel palazzetto. In apertura, alle 9 al palazzetto, è in cartellone il convegno "Sport e alimentazione come stili di vita" con Federico Munarin (direttore di distretto e medico sportivo Usl 3 "Serenissima") ed Elisa Squarcina (biologa nutrizionista) con l'appoggio dell'associazione Lilt di Marcon e dell'Avis.Di seguito partiranno le dimostrazioni ed esercitazioni: basket, volley, calcio, calcio femminile, tennis, equitazione, parkour, ginnastica artistica, karate, arti marziali, diversi tipi di danza, salsa caraibica e portoricana, orienteering, pattinaggio, ballo country, softair e calcetto. Un unico messaggio: «Lo sport fa bene ed è stare insieme».«Era uno dei punti del nostro programma quello di far vivere alla città un momento di condivisione con la comunità e proporre lo sport come divertimento», commenta l'assessore allo Sport Carolina Misserotti, «grazie alla collaborazione delle associazioni e alla nostra tenacia questo è stato possibile».«La soddisfazione è grande», sottolinea il sindaco Matteo Romanello, «puntare sui nostri giovani atleti è e sarà una mossa vincente. È stato importante il lavoro di coordinamento delle associazioni per progettare e costruire la manifestazione, ed è stata un'opportunità per le realtà ritrovarsi e iniziare una collaborazione che ci auspichiamo continui nel tempo».Saranno presenti punti ristoro negli impianti e un'area verde picnic. La manifestazione è organizzata dall'amministrazione comunale con il supporto della Pro Loco Marcon e sarà a sostegno della mission della Fondazione Città della Speranza. Marta Artico