Arrivata in città grazie ai nigeriani di via Trento

L'eroina gialla è arrivata alla fine della primavera dello scorso anno. Almeno qui a Mestre. L'hanno portata le bande che riforniscono i pusher nigeriani che hanno il controllo dell'area a ridosso di via Trento. Eroina venduta da pusher inesperti che poco capiscono della pericolosità della sostanza e del rischio elevato di "perdere il cliente". Quindi pur di affermarsi sulla piazza, la vendono a basso costo nonostante la purezza. È evidente che il tossicodipendente attirato dal basso costo e dalla bontà del prodotto si rivolga a loro. Per il momento il gruppo dei nigeriani non si è ancora scontrato con i tunisini che controllano la zona di via Dante e del sottopasso ferroviario. Magrebini che continuano a vendere eroina meno pura.