Spia assente, bus nel mirino Actv: «Ma tutto è in regola»

La sicurezza viene prima di tutto e così finiscono sotto esame i bus Actv da 12 metri del tipo "Cityclass". La Rsu dei lavoratori di Actv, lo scorso 2 ottobre, e ieri il sindacato di base Sgb con una nota alla stampa, diramata da Giampietro Antonini, segnalano all'azienda di trasporto una anomalia riscontrata in una dozzina di bus, tra quelli più vecchi in servizio a Mestre.Gli autisti si sono accorti che «le luci spia allarmi relative all'impianto frenante restano stranamente spente» su questi mezzi. Un potenziale rischio che ha messo in allarme tutti e che il sindacato Sgb, non riconosciuto da Actv, ha portato all'attenzione della stampa.Da Actv arrivano immediate rassicurazioni. «Questi autobus, che sono tra i più vecchi e hanno una quindicina d'anni, nascono senza spia di segnalazione delle avarie del Abs», spiegano dall'azienda di trasporto.Nella foto che pubblichiamo, si notano altri tipi di segnalazione: un triangolo di allarme e la scritta avaria Abs, indicati dalle frecce gialle e verdi. In rosso, la spia mancante. Per l'azienda, l'assenza di una spia è sopperita da altri dispositivi di sicurezza. Informazioni che alla Rsu sono state fornite, ma i rappresentanti sindacali, per essere certi che tutto è a posto, attendono da Actv una relazione della casa produttrice. Il sindacato di base Sgb, nella lettera alla direzione, ha chiesto invece di fermare i mezzi e sottoporli a controlli o una sostituzione. (m.ch.)