Autobus doppio, Boraso in sopralluogo

Sopralluogo dell'assessore comunale alla Mobilità Renato Boraso in viale don Sturzo, via Vallon, via De Nicola e la zona di Carpenedo in vista dell'entrata in vigore dell'autobus doppio della linea 2. Ieri sono state effettuate delle prove tecniche per capire dove sussistono difficoltà relativamente alle strade e al percorso. «Abbiamo visionato tutti i problemi e le criticità», spiega, «ad esempio il restringimento all'imboccatura di via Vallon, in un tratto di 5 metri installeremo una sorta di senso unico per non residenti; in via De Nicola verrà smussato un angolo, solleciteremo il termine delle asfaltature in via Vallon dove manca l'ultimo manto. E poi sposteremo alcune fermate tra viale Garibaldi e via Torre Belfredo, a seconda dello spazio necessario. Metteremo insomma in campo una serie di migliorie. Ricordo che 18 metri significa raddoppiare la fruibilità del 2». Gli autobus saranno quelli di nuova generazione che consumano meno, producono meno inquinamento e fanno specialmente meno rumore. «Con l'entrata in vigore del tram ci siamo resi conto che la linea 2 che transita nei punti nevralgici e affollati, tra cui Mestre, Stazione e Venezia, è presa d'assalto. In questo modo ci sarà un pullman con la capienza raddoppiata ogni 12 minuti e raddoppierà dunque anche la capienza». Un sopralluogo effettuato dall'assessore con la dirigenza della mobilità e di Actv per cercare di fare in modo che nulla sia lasciato al caso. L'autobus doppio della linea 2 partirà ufficialmente il primo giugno. Da qui la predisposizione di tutto il percorso specialmente in alcuni tratti. In piazza Carpenedo, ad esempio, l'autobus normale a volte taglia la corsia delle auto, quello doppio occuperà ancora più spazio. (m.a.)