Abusivi in spiaggia Il sindaco al governo «È un'emergenza»

di Elisabetta B. Anzoletti wSOTTOMARINA Il sindaco chiede un intervento straordinario del Governo per arginare il fenomeno degli abusivi in spiaggia che sta assumendo caratteri emergenziali. La presenza è così diffusa e radicata che il Comune non può da solo farvi fronte e si attendono, in queste ore, le disposizioni del ministro degli Interni Angelino Alfano per capire quali strumenti si possano mettere in atto. Anche domenica mattina, puntuale alle 9, il maxi bazar sulla parte nord del litorale ha preso a lavorare. Decine e decine di lenzuola, cartoni e bancali con "negozi" a cielo aperto in cui si vende qualsiasi cosa, il tutto rigorosamente illegale. Occhiali, borse, teli mare, costumi, ma quest'anno anche oggetti per la casa e il fai da te. Oggetti con griffe contraffatte che a pochi euro ingolosiscono i bagnanti. Da giorni si moltiplicano le segnalazioni delle categorie economiche, dei vacanzieri e dei politici che chiedono al sindaco di prendere posizione. «Siamo ormai arrivati all'inverosimile», sostiene il consigliere della Lega Marco Dolfin, «la presenza sta aumentando a dismisura e i controlli spot delle forze dell'ordine non bastano più. Oltre alla concorrenza sleale verso i nostri commercianti, alla vendita abusiva e all'occupazione non autorizzazione della battigia sta crescendo anche la tensione con i bagnini e si stanno rischiando risse. Ma il sindaco qualche passeggiata sulla battigia, dove ormai non si riesce più a camminare, l'ha fatta? E il nuovo assessore al turismo Salvagno? Si rendono conto della situazione? Casson la scorsa settimana a Roma doveva chiedere l'intervento dell'esercito…». In effetti anche il sindaco ammette che la misura è colma e che la situazione meriti degli interventi straordinari. «In questi giorni le segnalazioni alla mia attenzione si sono moltiplicate», spiega Casson, «la situazione è oggettivamente insostenibile. Il ministro Alfano ha annunciato misure straordinarie per affrontare adeguatamente la questione, oggi (ieri ndr) doveva presentare il progetto "spiagge sicure" e attendo di verificarne i contenuti, che confido vadano nella direzione di una effettiva e soprattutto efficace presa in carico del problema. E' ora e tempo che il Governo agisca. Le segnalazioni continue mi avevano convinto a chiedere proprio l'intervento del Prefetto perché non è una situazione che possiamo gestire da soli, ma ora attendiamo l'intervento governativo che spero non sia spot, ma abbia carattere strutturale e sia immediatamente operativo». ©RIPRODUZIONE RISERVATA