L'assalto dei ventimila al Festival Show

MARCON In ventimila per il Festival Show. Successo oltre le previsioni per l'evento musicale targato Radio Birikina e Radio Bella e Monella, sbarcato venerdì sera a Marcon. Una novità proprio il fatto che la macchina del Festival abbia trovato casa nel parcheggio del tempio dello shopping. Una location diversa rispetto alle piazze delle grandi città che normalmente ospitano la kermesse. Il mega palcoscenico con l'impianto luci (uno dei punti di forza dello spettacolo) progettato da Renato Neri (30mila watt di amplificazione e 450 Kw di energia elettrica per alimentare tutto il palcoscenico) ha caratterizzato le esibizioni dei numerosi ospiti di primo piano che per oltre tre ore hanno catalizzato l'attenzione di un pubblico estremamente variegato. Fin dal primo pomeriggio centinaia di ragazzine sotto un sole finalmente estivo hanno affollato le prime file sotto il palco per assistere alle prove di artisti come Marco Carta ed Alessandro Casillo. Il primo, vincitore di "Amici" e Sanremo ha presentato "Necessità lunatica" e "Splendida ostinazione". Il secondo ha cantato "Niente da perdere" e "Fuoco nell'antartide". Raige, giovanissimo rapper che si sta imponendo di prepotenza sul panorama italiano ha creato un momento dedicato a un genere in voga di questi tempi. Greta con "Amiamoci a metà" e "Due come tutti" ha preceduto l'esibizione della cantante ligure Annalisa. La serata è stata condotta con brio e solarità da Laura Barriales, affiancata da Paolo Baruzzo. Un centinaio i tecnici impegnati per una produzione che mette in campo eccellenti professionalità. L'esperimento al Valecenter è stata un prova che lascerà il segno. A mandare in visibilio i fan ci hanno pensato oltre ai nomadi, la bravissima Noemi, che reduce dalla giuria di "The voice" ha interpretato "Bagnati dal sole", "Don't get me wrong" e last but not least "Sono solo parole". Gran finale con un miniconcerto di Al Bano che ha proposto i suoi maggiori successi, da "Felicità" a "Nel sole", da "Nostalgia canaglia" a "Volare", omaggio a Domenico Modugno. Ad accompagnare le esibizioni di tutti gli artisti l'orchestra Ritmico sinfonica italiana diretta da Diego basso e i balletti della summer crew coreografati da Etienne Jean Marie. La sfilata delle miss ha proclamato vincitrice Jessica dal Bo, premiata dal direttore commerciale di Kaos, Achille Gelsomini. Aperte per tutta la serata le porte del tempio dello shopping. Soddisfatto il sindaco, Andrea Follini: «È stata una grande vetrina per la città, speriamo di ripetere l'evento». Soddisfatta anche la direzione del centro commerciale: «La macchina organizzativa ha funzionato alla perfezione, il cast era di altissimo livello, i nostri clienti hanno risposto in modo sorprendente». (m.a.) GUARDA LA FOTOGALLERY E COMMENTA WWW.NUOVAVENEZIA.IT