Friggitrice in tilt A fuoco gazebo vicino a un casone

CAORLE L'incendio di un gazebo in via Pollastrona a Brian ha messo in pericolo, ieri mattina alle 4, il casone di G.D., più conosciuto con il soprannome che in dialetto caorlotto indica una specie acquatica. La struttura tipica delle valli veneziane è rimasta integra, fortunatamente, venendo però minacciata dal rogo di un gazebo posto nelle vicinanze. Nell'area prospiciente al casone era stata infatti organizzata una cena, domenica sera. Chi però ha preparato i piatti succulenti a base di broeto e altre specialità per intrattenere i numerosi ospiti, si era dimenticato di spegnere la friggitrice. L'incendio si è generato proprio da lì, distruggendo il gazebo sotto il quale l'elettrodomestico era stato posizionato. I vigili del fuoco di Caorle e Portogruaro hanno evitato guai peggiori. Sul posto, per i rilievi di legge, sono intervenuti i carabinieri della stazione di Caorle, che tuttavia non hanno rilevato nulla di anomalo. Si è trattato dunque di un rogo accidentale e non doloso come si era temuto. Quel casone è molto conosciuto ed era frequentato dall'ex governatore del Veneto Giancarlo Galan, e dai suoi uomini più fidati. Ecco perchè già ieri mattina a Caorle e nelle località più vicine al casone, come San Giorgio di Livenza o Porto Santa Margherita non si parlava d'altro che di questo avvenimento. Sia i vigili del fuoco che i carabinieri hanno fatto chiarezza, informando la magistratura di Pordenone sulla natura accidentale dell'evento. (r.p.)