Stadio, il Comune paga il cantiere

MOGLIANO Lavori allo stadio: il Comune paga il nuovo ingresso. È stata approvata martedì in giunta la delibera che sancisce la pace tra l'amministrazione appena insediata e la società Union Pro. Al rischio di non poter iscrivere al campionato la squadra di calcio, appena promossa in serie D, per le carenze strutturali dell'impianto di via Ferretto, erano soffiati venti di guerra. Alla fine le divisioni tra Comune e Union Pro su chi dovesse finanziare i lavori si sono ricomposte. «Attraverso un dialogo fertile e fruttuoso con i dirigenti della squadra di calcio», spiega l'assessore allo sport Oscar Mancini «abbiamo risolto, con reciproca soddisfazione e nel rispetto rigoroso della convenzione che intercorre tra il comune e l'Union pro. Noi realizzeremo le opere necessarie per ripristinare il secondo accesso attraverso un percorso ciclo pedonale protetto, che mette in collegamento la strada con lo stadio sul lato nord, senza interferire con la vicina area urbanizzata Ca' Marchesi. È stato deliberato», prosegue Mancini, «un impegno di spesa intorno ai 30 mila euro. Ci sono altri interventi di manutenzione interna allo stadio che sono di competenza della società, abbiamo messo a disposizione la collaborazione dei nostri uffici, per realizzare quanto previsto nel più breve tempo possibile, il 24 di agosto inizia il campionato di calcio». I tempi per ottemperare alle richieste della federazione sono dunque strettissimi. Si dovrà correre: «Oltre a realizzare i lavori di nostra competenza» spiega Mancini «l'amministrazione si impegna ad agevolare il percorso per quelli che riguardano la società». Quello che per molti rappresentava un banco di prova della nuova amministrazione comunale è stato superato. «Noi non siamo controparte delle società e viceversa, noi siamo interessati che lo sport a Mogliano possa svilupparsi e progredire senza ostacoli». Matteo Marcon