D'Este stravince la regata a un remo

E fanno sedici. Giampaolo D'Este torna a vincere. La regata a un remo di Murano, classica che lo ha visto dominare per anni e adesso lo ritrova campione. Alzaremi all'arrivo in perfetta solitudine, distacco notevole al traguardo sui pur bravi cugini Vignotto, finiti al secondo e al terzo posto. Festa finale in campo Santo Stefano con i bandierati sul palco sorridenti, con rispettivi figli. Regata appassionante, pubblico delle grandi occasioni. Alla fine, dunque Giampaolo D'Este è il primo, sulla gondola celeste, davanti a Igor Vignotto (verde), Rudi Vignotto (canarin), Ivo Redolfi Tezzat (rosso). E poi Roberto Busetto sul marron, la rivelazione Giuliano Pagan (viola). Festa grande in campo, con i premi degli sponsor e la prima presenza pubblica del subcommissario Natalino Manno con fascia tricolore. Tra le donne vince ancora Luisella Schiavon, beniamina di casa, ed è la tredicesima per lei. «Dedico questa vittoria al grande Roberto Costa della Canottieri Querini scomparso di recente», ha detto felice al traguardo Gampaolo D'Este. Seconda Elisabetta Nordio, terza Francesca Costantini, quarta Cristina Montin. Tra i giovanissimi si impone Simone Vecchiato sull'arancio. Anche per loro premi messi in palio dagli sponsor (Ava, Alilaguna Coop, Endar, Ducale) e festa sul palco. Una grande festa di popolo molto apprezzata dai presenti . Anche se qualcuno ricorda che per la consegna delle bandiere sarebbe meglio rispettare la tradizione e darle sul pontiletto di arrivo. Si tratta di una tradizione antichissima, come dimostra il depliant della regata. Foto in bianco e nero scovata negli archivi dell'ufficio regate da Fulvio Pellegatta, che ritrae il grande Ciaci in arrivo solitario. Una dimostrazione di venezianità ieri rinnovata. Con la presenza di tutti i grandi campioni, rientrati alla grande dopo un perioso di infortuni e di incertezze. Adesso appuntamento alla Regata del Redentore, il 20 luglio, prima di Pellestrina e della Regata Storica che si terrà in settembre.a.v.