I tessuti di Rubelli per i pesci volanti

È stata inaugurata ieri, all'aeroporto Marco Polo, l'installazione "Nuoto d'aria" dell'artista Anna Paola Cibin. Sono 70 "pesci volanti" realizzati con i tessuti della storica azienda veneziana Rubelli, sospesi nella capriata che sovrasta la grande vetrata del terminal. A firma dell'installazione, si distinguono tre pesci di vetro soffiato con le code di velluto di setaq bianco tinto con antichi pigmenti secondo la tecnica ideata dall'artista, realizzati dalla vetreria d'arte Carlo Moretti. Nata a San Donà di Piave, Anna Paola Cibin ha iniziato a collaborare con la Rubelli nel 1995, creando alcuni disegni che sono entrati a far parte della collezione. Alcuni lavori dell'artista sono esposti al Museo del tessuto e del costume di Palazzo Mocenigo. Ha reinterpretato l'antica tecnica di stampa degli arazzi veneziani: ogni arazzo viene tinto con preziose e antiche polveri e impreziosito con foglia d'oro, d'argento e vetro di Murano. Dopo un periodo di studio a Londra, Cibin si è stabilita definitivamente a Venezia.