Azzolini, sette avversari da battere

MOGLIANO Otto candidati per la carica di sindaco, quattro simboli nazionali e dodici liste civiche: le elezioni amministrative moglianesi, anche quest'anno, offrono un panorama molto composito. Solo il centro sinistra si presenta unito sotto il nome di Carola Arena. L'ex segretario Pd, area Bersani, sarà affiancata da tre liste civiche di cui una può essere considerata la versione moglianese dell'Altra Europa per Tsipras, in corsa alle Europee. Grande attesa per un'altra donna: Cristina Manes esponente del Movimento 5 stelle. Il sindaco uscente Giovanni Azzolini ci riprova, questa volta con l'appoggio fantasma di Forza Italia, lista che non c'è per effetto di una clamorosa esclusione dovuta ad alcuni vizi di forma nella presentazione delle liste. A supporto del primo cittadino, che tenta la scalata al municipio per la terza volta, ci sono tre liste civiche. Azzolini però si ritrova contro due esponenti della sua stessa maggioranza: il vicesindaco Giannino Boarina della Lega Nord (più due liste di appoggio) e il presidente del consiglio comunale Ottorino Celebrin. Candidature puramente civiche quelle di Alessandro Gosetto (ex Lista Giovani, in maggioranza fino al 2011) e di Elvinio Agnolin di area cattolica. Giovanissimo outsider è Mattia Stagnitta, studente universitario di 23 anni, che corre come candidato sindaco per Mogliano Europea con i simboli di Fare e Scelta Civica. (m.ma.)