Domani l'ultimo saluto a Claudio Sorato

NOALE Si celebreranno domani alle 15 nella chiesa di Noale i funerali di Claudio Sorato, il 61enne morto giovedì sera dopo essere caduto in un fienile di via Capitelmozzo a Noale. In queste ore, sono state molte le persone vicine alla famiglia, conosciuta in comune non solo per l'attività di Sorato, per anni agricoltore, ma anche per la moglie Gigliana Tombacco, docente di Educazione artistica alle scuole medie di Noale. Poi i Sorato sono tra i più storici della città dei Tempesta, soprannominati «I Boci». L'uomo si trovava solo giovedì in quel cascinale di famiglia in via Capitelmozzo; stava sistemando il fienile per dare da mangiare agli animali, quando è scivolato dalla scala da un'altezza di tre metri. Per sua sfortuna, anche una balla di fieno lo ha colpito. Lui stesso si è rialzato e ha chiamato a casa, spiegando cosa fosse successo. Subito sono accorsi la moglie e il figlio e il 61enne si è seduto su una panchina, cercando di riprendersi. Ma la situazione è presto precipitata, tanto da iniziare a respirare con fatica. Chiamati i medici del Suem e i carabinieri di Noale, l'uomo è morto per i tanti traumi riportati: vani i tentativi di rianimarlo sul posto. Sorato abitava in via Polanzani 78 a Noale. Era conosciuto come una persona molto laboriosa, molto vicino alla sua famiglia e chissà quante altre volte aveva fatto l'operazione di giovedì sera. Solo che stavolta gli è stata fatale. All'ultimo saluto si prevede una grande partecipazione, a partire dai colleghi della professoressa Tombacco. Oltre alla moglie e ai figli Federico e Valentina, Sorato lascia anche i fratelli Giuseppe, Roberta, Otello e Renato. Dopo il rito funebre, la salma riposerà nel cimitero di Trebaseleghe. (a.rag.) ©RIPRODUZIONE RISERVATA