Pondaco out Patacchiola: «Siamo da playoff»

PORTOGRUARO Con quattro reti al passivo, il Portogruaro è la squadra meno trafitta del girone A di Prima Divisione. Difesa sugli scudi quindi, con Simone Patacchiola protagonista a sorpresa dei primi due mesi di campionato, con tanto di gol vittoria segnato domenica scorsa a Cuneo. Il massiccio difensore centrale, nato a Rieti il 10 febbraio 1991, ieri ha raccontato il suo magic moment. «Sì, sto vivendo un momento sereno, di rilancio personale. L'anno scorso ho giocato con discreta continuità a Prato, passando a gennaio ad Alessandria, dove non mi sono trovato molto bene. A Portogruaro ce la sto mettendo tutta per sfruttare l'opportunità che mi si è presentata con l'infortunio di Blondett». A proposito, Edoardo Blondett ha recuperato dal lungo infortunio alla caviglia e adesso c'è concorrenza incalzante. «Conosco Edoardo da diversi anni, siamo cresciuti entrambi nella Sampdoria: è forte, ho ben presente le sue capacità, ma non temo la sua concorrenza. Io sto dando il meglio per guadagnarmi il posto e così faranno anche gli altri miei compagni». Porto in zona playoff. Ci resterà? «Perchè no? Siamo un squadra di buon livello, tuttavia non guardiamo la classifica dopo sole sette-otto partite di campionato» prosegue Patacchiola «noi dobbiamo solo stare concentrati, se molliamo un attimo finisce il nostro momento positivo». Domani arriva il Trapani... «Squadra forte, verrà da noi per vincere ma di sicuro troverà una fiera opposizione da parte nostra. Tuttavia non faccio pronostici sul risultato finale». Ieri Armando Madonna ha anticipato il ko del terzino sinistro Stefano Pondaco, finora sempre in campo, a causa di problemi muscolari. La soluzione alternativa più probabile sarebbe lo spostamento di Moracci (mancino) da centrale ad esterno sinistro, con l'inserimento di Blondett in mezzo assieme a Patacchiola. Domani Porto-Trapani inizierà alle 14 per esigenze di rientro in aereo da parte del Trapani. Nell'occasione la società granata offrirà la pizza allo stadio Mecchia ai tifosi che saranno presenti già intorno alla 13. Gianluca Rossitto