«Venezia dall'Alto», vertigine di bellezza

In volo sopra Venezia, oltre i quasi cento metri del Campanile di San Marco: è una visione che lascia senza fiato, una prospettiva che non smette di stupire per quante volte la si osservi. Volare a bassa quota sul cielo di Venezia è impresa difficile e complessa: chi ci riesce, se è anche un bravo fotografo può condividerla con gli altri.
Nasce da questa esperienza e da questo talento il libro «Venezia dall'Alto», che diventa anche una mostra: il primo viene presentato, e la seconda inaugurata, oggi alle 17.30 alla Art Gallery di Giudecca 795. Le fotografie sono di Giampaolo Agostinelli: 114 immagini selezionate, corredate da brevi commenti e mappe per facilitare l'orientamento, perché non è facile - dall'alto appunto - riconoscere Venezia e i suoi luoghi.
«Venezia dall'Alto», edito da Adw e curato da Rosalba Giorcelli, è il primo libro fotografico su Venezia a proporre le immagini del Ponte della Costituzione (o di Calatrava), e anche questo lo rende speciale questo libro, edito da Adw e curato da Rosalba Giorcelli. Dopo la vernice di oggi, che sarà festeggiata con cioccolata calda per tutti gli ospiti, fino al 18 febbraio la mostra fotografica sarà aperta dalle 15 alle 20 e su appuntamento. Il libro è disponibile in vendita in galleria, negli aeroporti di Venezia e Treviso, nelle librerie. Su richiesta, ogni immagine del libro può essere stampata in varie dimensioni e per diversi supporti.