Lions, una festa per i 20 anni senza dimenticare Salvatore Ticli

CHIOGGIA. I Lions Chioggia calcio a 5 festeggiano il loro ventesimo compleanno, traguardo importante per una società che non ha alle spalle grossi sponsor o finanziamenti. Club nato come una costola del Volley Chioggia Sottomarina, nel 1989 un gruppo di amici capeggiati da Rossano Boscolo, Salvatore Ticli, Massimiliano Tranchina, Alberto Corrieri, Rino Tiozzo e Giuseppe Silverio, riuscirono a mettere assieme una squadra.
Già nel primo anno, con l'iscrizione alla Serie C e una squadra composta dai migliori chioggiotti che si cimentavano nei tornei cittadini, la vittoria nella coppa regionale (quattro i trofei in totale vinti) e l'immediata promozione in B si intuirono le grandi potenzialità di questa gruppo, che trovò ospitalità nei nuovi campi dell'Astoria e addirittura riusci a raggiungere la Serie A nella stagione 1991-92, traguardo mai raggiunto da una squadra della città di Chioggia. Categoria mantenuta per una sola stagione ma che comunque fece conoscere i Lions nel panorama calcettistico nazionale. Nello stesso periodo arrivò anche la chiamata in Nazionale per Stefano Frizziero, uno dei giocatori di punta della squadra. Memorabili i derby con il Petrarca Padova che vedevano sempre i Lions prevalere. Oggi la squadra, sempre condotta da Rossano Boscolo, milita con alterne fortune in C/2. E stasera all'hotel Sole (partecipazione ad invito), i Lions festeggeranno il loro compleanno con un ricordo speciale riservato a Salvatore Ticli, recentemente scomparso, che per molti anni a questa squadra dedicò anima e corpo.

(Daniele Zennaro)