1ª DIVISIONE Coppa addio Il Porto si concentra sulla Cavese

PORTOGRUARO.E' finito dopo una serie di 25 rigori il cammino del Portosummaga in Coppa Italia. «Mi dispiace essere uscito dalla Coppa perchè questo torneo avrebbe dato l'opportunità alla squadra di crescere ancora di più, visto che sono rimaste in lizza squadre molto forti», la prima impressione di Alessandro Calori. Sul match pesa una svista arbitrale. «L'espulsione di Cardin è stata una topica incredibile - aggiunge il tecnico - comunque, anche in dieci abbiamo avuto le occasioni per vincere». Con l'Andria in campionato e il Rimini in coppa due sconfitte che insegnano qualcosa? «Insegnano ad essere più incisivi e concreti. Non meritavamo di perdere ad Andria e avremmo potuto passare il turno in coppa, non concretizzare ci è costato caro».
Domenica arriva la Cavese, primo di due turni casalinghi consecutivi. «La Cavese è compatta, molto navigata per la Prima divisione. Ha abbandonato il 3-4-3 di inizio stagione, passando al 4-4-1-1. Altro bel test di maturità».
Comincia a farsi preoccupante la lista degli infortunati: mercoledi il forfait dell'ultimo momento di Migliozzi (influenza intestinale), oggi è atteso l'esito della risonanza magnetica di Daniele Mattielig, ancora fermo dopo l'infortunio a una caviglia. «Ancora non posso correre - spiega Mattielig - ma da domenica sono costantemente migliorato. Spero sia solo un interessamento marginale dei legamenti». Proseguendo con l'elenco degli infortunati, ancora fermi D'Alterio, Diogo Felipe (tornerà a fine stagione) e Fusciello. Domenica Vicente e Puccio si contendono un posto da titolari a centrocampo: partono alla pari, avendo giocato entrambi tutti i 120' di coppa. Domenica cambia l'ora, la partita con la Cavese inizierà alle 14.30, la la vendita dei biglietti al botteghino del Mecchia è in funzione sabato dalle 9 alle 12, e domenica dalle ore 12 fino al fischio d'inizio. Per accelerare le operazioni di rilascio dei biglietti, sarà aperto un terzo sportello. Il Porto club Dino Mio organizza raccoglie già le adesioni per il pullman trasferta a Ferrara dell'8 novembre.

(Gianluca Rossitto)