Le due fermate della Sfmr alla Gazzera e in via Olimpia Cantiere concluso in 3 anni

GAZZERA. Appalto da 37 milioni, la fine dei lavori è prevista tra tre anni. Entrano nel vivo con le bonifiche belliche i cantieri delle fermate Sfmr di Gazzera e via Olimpia. Nei giorni scorsi la consegna dei terreni alla Coveco, la ditta che ha vinto l'appalto della Regione Veneto. «Abbiamo mantenuto le promesse e alla Gazzera daremo una risposta vera in termini di mobilità», dice l'assessore Chisso.
«Per la Gazzera sarà una vera rivoluzione sul fronte della mobilità, che i cittadini attendevano da tempo - spiega l'assessore regionale ai Trasporti - Per l'impresa c'è un incentivo per finire i lavori prima della scadenza prevista, in modo da evitare il più possibile i disagi». Riempie tre pagine il cronoprogramma dei cantieri per le nuove fermate Sfmr di Gazzera e via Olimpia. I cantieri partono dalla bonifica bellica, che è in corso in questi giorni, dopo la consegna dei terreni da parte della Regione Veneto e per Renato Chisso «la promessa è stata mantenuta». Certo è comunque che il progetto del metrò regionale, che assieme al tram cambierà il nostro modo di muoverci, marcia a Mestre in fortissimo ritardo e i cantieri alla Gazzera e in via Olimpia, vicino al vecchio ospedale di Mestre che sta scomparendo, al ritmo delle ruspe delle demolizioni, sono attese da tempo. Due cantieri da 37 milioni di euro, lavori che in particolare alla Gazzera avranno un impatto importante sulla viabilità nel nodo tra i due passaggi a livello che collegano via Trento al quartiere. L'intervento qui è complesso: oltre alla fermata si dovrà costruire un sottopasso per le auto per bypassare i passaggi a livello di via Gazzera Alta, e si realizzerà una nuova viabilità di collegamento con la Castellana e via Brendole. Tre anni di lavori previsti, con il via tra un mese circa con la chiusura del passaggio a livello per Treviso (mentre resta attivo il sottopasso pedonale) e la realizzazione di un sottopasso provvisorio di cantiere. Per la chiusura del passaggio a livello sulla linea ferroviaria per Trieste si dovrà attendere luglio 2010 mentre per gennaio 2011 i lavori dovrebbero essere conclusi. In via Olimpia, che avrà la fermata più importante di Mestre dopo la stazione ferroviaria, i lavori invece dureranno un paio di anni con conclusione prevista, dal cronoprogramma dell'impresa, fissata per dicembre 2011.
Nel frattempo si attendono novità anche per la stazione Sfmr dell'ospedale dell'Angelo, funzionante a ritmo ridotto con il passaggio di alcuni treni della linea per Treviso. Oggi è previsto uno dei collaudi della strada di accesso da via Don Tosatto verso la stazione Sfmr che consentirà nel giro di pochi giorni di trasferire il capolinea dei bus Actv della linea 3 dal piazzale del nuovo ospedale al parcheggio della fermata Sfmr.

Mitia Chiarin