Terza corsia, a metà aprile la gara del primo lotto. Chisso: «Avanti»

È prevista per la metà di aprile la pubblicazione del bando di gara per il primo lotto della terza corsia dell'autostrada A4 Venezia-Trieste. Dopo il parere favorevole del Comitato tecnico-scientifico, arrivato il 13 marzo scorso, vanno avanti le procedure. Entro la metà di aprile, il commissario Renzo Tondo, dovrebbe approvare il progetto definitivo del primo lotto (San Donà-Quarto D'Altino), dichiarare la pubblica utilità dell'opera e sottoscrivere l'accordo sugli espropri. I lavori del primo lotto della terza corsia inizieranno a fine 2009 e termineranno a novembre 2013, con un investimento di 448 milioni di euro per 18,550 chilometri. Ieri il subcommissario Silvano Vernizzi ha confermato che le osservazioni presentate da Provincia e Comuni saranno tenute in considerazione in fase di progettazione esecutiva, mentre restano i forti dubbi sulla richiesta di non demolizione del vecchio ponte sul Piave. Questione su cui pende il no dell'Autorità di bacino, già espressa in sede di valutazione del Cipe. Il primo lotto, è il più impegnativo di tutta l'opera, perchè il tracciato prevede l'attraversamento di cinque corsi d'acqua, nove cavalcavia e quattro sottopassi. «Avanti così. Anzi: avanti tutta. La terza corsia dell'A4 dovrà rappresentare un altro record, il volto dell'Italia che fa, bene e presto, superando gli ostacoli, a partire da quelli cosiddetti di procedura», ha detto ieri l'assessore regionale ai trasporti Renato Chisso ricordando l'impegno di due Regione e del governo ad arrivare in fretta ai cantieri. «Vogliamo e dobbiamo ridurre al massimo i tempi», ha detto. Entro aprile, ha poi aggiunto l'assessore ai trasporti e vicecommissario Riccardo Riccardi, si punta anche a pubblicare il bando del terzo lotto tra Alvisopoli (Venezia) e Gonars (Udine) che sarà assegnato con il meccanismo del general contractor, ovvero l'affidamento ad un unico soggetto di progettazione, lavori e attività accessorie.