A27 chiusa al traffico giovedì prossimo

L'autostrada A27 chiuderà al traffico per una notte la prossima settimana. Dalle 21 alle 6 della notte tra il 19 e il 20 marzo prossimi ci sarà il varo dell'ultimo cavalcavia della connessione con il Passante, che sarà attivata tra il 15 e il 16 maggio. L'annuncio è stato dato ieri dal commissario straordinario al Passante Silvano Vernizzi in occasione della presentazione dei dati del primo mese di apertura della nuova autostrada. In un mese sono transitati sul Passante poco più di 36 mila e 600 veicoli, per il 33 per cento si tratta di mezzi pesanti. In tangenziale al casello di Villabona i transiti sono stati poco più di 49 mila. Lungo il viadotto il traffico passa dai 72 mila mezzi del tratto Carbonifera-Marghera ai 99 mila tra Miranese e Castellana. Il calo dei tir è in media del 30%.
«Sono risultati importanti. Registriamo un calo di mezzi pesanti in tangenziale ed uno snellimento di arterie come la Brentana e il Terraglio, che venivano utilizzate come alternativa alla tangenziale prima del Passante. Liberato il tappo di Mestre ora i cittadini tornano ad utilizzare la tangenziale - ha detto ieri soddisfatto l'assessore regionale Renato Chisso presente all'incontro con l'amministratore delegato della Cav, Muccilli - Di fatto, e lo dico pensando a Mingardi, la tangenziale è la nuova circonvallazione di Mestre». Pronta la replica dell'assessore comunale: «Chisso convochi la commissione di verifica sul Passante per discutere con noi questi dati che non vorremmo conoscere solo dalla stampa». A marzo i transiti alla barriera di Mestre sono saliti a 60 mila, di questi quasi 12 mila sono gli automobilisti entrati a Dolo e Oriago che non hanno pagato il pedaggio, beneficiando così della liberalizzazione di un tratto di A4. Sul Passante a febbraio i transiti sono stati complessivamente 36.643, di questi il 33% sono camion. E crescono gli ingressi a Padova Est in A4 mentre a Villabona i transiti sono stati 49 mila con una percentuale di mezzi pesanti del 22%. In tangenziale il calo dei mezzi pesanti va dal 36,4% della tratta Carbonifera-Marghera (dove restano almeno 8 mila camion diretti alla Romea e al Porto) al 32,1% del tratto Miranese-Castellana, che è oggi il più trafficato (oltre 99 mila veicoli) per gli spostamenti interni alla città che, eliminate le congestioni, sono tornati ad aumentare. Dopo l'apertura del Passante comunque il traffico complessivo in tangenziale è calato mediamente del 15%. Colpa anche della crisi economica che ha finito con colpire le società autostradali che lamentano, complessivamente, un calo della mobilità pari al 9% (si va dal -11,2 della Venezia-Trieste al -5% della Venezia-Padova).
Aggiornate - spiegano Muccilli e Fasiol per la Cav e il commissario Vernizzi - le previsioni di utilizzo del Passante nel 2010, a cantieri conclusi. Dai 39.500 veicoli calcolati al casello di Preganziol si passerà entro il 2010 a 53.300 passaggi con l'apertura del casello di Spinea (+ 2.100 mezzi) prevista per la metà di giugno mentre se ne stimano altri 6 mila quando aprirà quello di Martellago/Scorzè che sta per andare all'esame del Cipe per l'ok finale. La prossima novità interesserà la A27, dove per la metà di maggio aprirà la connessione diretta con il Passante, spostandovi almeno 6 mila veicoli, per lo più mezzi pesanti che oggi continuano a passare per Mestre. Prima dell'apertura, giovedì prossimo chiuderà al traffico dalle 21 alle 6 di mattina per il varo di un cavalcavia, con il traffico deviato in uscita da Treviso Est da e per Venezia. La Cav con Muccilli ha anche assicurato che tra lunedì e mercoledì prossimi sarà realizzato il potenziamento della segnaletica alle immissioni con il Passante dalla A4 sia all'altezza di Dolo che di Quarto d'Altino. Previsti nuovi pannelli di segnalazione e una segnaletica orizzontale, per aiutare gli automobilisti che avevano protestato. Infine Chisso ha sollecitato l'apertura di un casello con operatore a Dolo-Mirano dove nelle ore di punta si formano code.
Terza corsia.Intanto il comitato tecnico-scientifico ha dato parere favorevole sul progetto per il primo lotto della terza corsia sull'autostrada A4, nel tratto San Donà-Quarto D'Altino. Entro fine marzo il commissario per l'emergenza sulla A4, Renzo Tondo, potrà approvare il progetto definitivo.