Il trenino «dimentica» i tubi dell'acqua

People-mover, quanto mi costi. La realizzazione della nuova stazione del trenino monorotaia sopraelevato per i turisti, prevista a Piazzale Roma, nell'area di Sant'Andrea, sta comportando una spesa aggiuntiva di oltre 200 mila euro, perché ci si era «dimenticati» della presenza delle tubazioni dell'acquedotto nella zona, che ora è necessario spostare, e i lavori sono già in corso. A denunciare il maggior costo è il capogruppo del Partito socialista nel Consiglio di Municipalità di Venezia, Franco Vianello. «E' uno spreco di denaro pubblico - attacca Vianello - che si poteva tranquillamente evitare con una diversa programmazione dell'opera e una maggiore informazione». A pagare i maggiori costi saranno Comune, Asm e Veritas.
Solo da qualche mese, infatti, a lavori già avviati, ci si sarebbe resi conto della presenza delle tubazioni dell'acquedotto nella zona di passaggio della funicolare.
Ma la presenza della condotta sarebbe incompatibile con il trenino, per le vibrazioni che potrebbero progressivamente danneggiarla. Di qui la necessità di uno scavo urgente, che è già iniziato e che proseguirà sino a primavera.
Si tratta di lavori molto consistenti, per la dimensione della tubazione, anche se lo spostamento - perché essa sia posta a distanza di sicurezza - sarà solo di pochi metri. La condivisione della spesa del lavoro non previsto tra Comune, Asm - che gestirà il people-mover - e Veritas, è dovuta anche al fatto che l'azienda che «governa» l'acquedotto approfitterà dello scavo per cambiare alcune tubazioni.
«Ma è tutta la gestione dell'opera - polemizza ancora Vianello - che è stata condotta in modo poco partecipato. Si è ad esempio deciso l'abbattimento dei platani nell'area di Sant'Andrea senza minimamente coinvolgere il forum sul verde della Municipalità, come invece era previsto. E mi meraviglia che mentre ci si preoccupa, giustamente, per motivi di decoro, dello spostamento dei banchetti in Campo San Giacometto, la Soprintendenza non abbia avuto nulla da ridire su quello che sarà l'impatto visivo della stazione del people-mover sulla vicina chiesa di Sant'Andrea della Zirada».
Tornando al people-mover, il trenino sarà visibile già in primavera ed entrerà in funzione dal prossimo Natale. Al Tronchetto e a piazzale Roma le due stazioni di arrivo sono già in costruzione.
Funicolare sopraelevata, quattro vagoni da 50 posti l'uno che corrono su monorotaia a cinque metri da terra. Per coprire gli 867 metri del percorso si impiegheranno circa 3 minuti. Portata, 3 mila persone l'ora, costo 21 milioni di euro di cui metà a carico dello Stato.
Il ponte sul canale di Sant'Andrea è già stato demolito, sarà sostituito dalla nuova struttura con passaggio pedonale a lato, anche questa a cinque metri dall'acqua. Chiesa.
Preoccupa, appunto, l'altezza della struttura che nasconderà in parte la chiesa quattrocentesca di Sant'Andrea. I platani tagliati saranno sostituiti con 12 tigli.