ARCHIVIO la Nuova Venezia dal 2003

Processo contro Terna rinviato a lunedì

 VIGONOVO. E’ stata rinviata a lunedì prossimo l’udienza del processo dove sarà discusso l’atto di citazione contro Terna presentato dall’avvocato Ivone Cacciavillani, presidente dell’associazione «La Specola» e da un proprietario di Vigonovo interessato dal passaggio dell’elettrodotto da 380 kw Dolo-Camin. Nell’atto di citazione, presentato ad agosto al Tribunale di Venezia, veniva chiesto l’interramento totale del tracciato. Questo atto è il primo passo di un’azione collettiva che sarà effettuata nei prossimi mesi da oltre cinquanta proprietari di terreni interessati dal passaggio dell’elettrodotto. L’azione legale de «La Specola» si basa anche sul principio di «danno temuto», disciplinato dall’articolo 1227 del codice civile. «L’elettrodotto Dolo-Camin - sostiene Ivone Cacciavillani - deve essere realizzato per esigenza dell’utenza, per questo chiediamo che Terna accerti preventivamente la perfetta eliminabilità del danno che questo progetto potrà recare al territorio. Inoltre chiediamo che i costi delle due ipotesi, interramento e aereo, vengano messi in paragone tenendo conto delle indennità-asservimento e dei danni ambientali». L’associazione «La Specola» non si oppone alla costruzione dell’elettrodotto ma si dice contraria ad una sua realizzazione in via aerea supportata dal fatto che Terna ha già realizzato e realizzerà, anche nel Vallone Moranzani, un elettrodotto interrato. (g.pir.)