Quattro partenze di peso

PADOVA.Squadra in vacanza, dirigenti al lavoro. Prenderà forma nei prossimi giorni il Petrarca della prossima stagione, tra conferme, partenze e rimpianti. «Il voto finale è pienamente sufficiente», spiega Corrado Covi, diesse alle prese con molte trattative aperte. «Magari non è un voto altissimo, visto che ad un certo punto il campionato sembrava compromesso, ma va sottolineata la bravura degli allenatori, che sono poi riusciti a raddrizzare le cose. Complessivamente è andata meglio dell'anno scorso. Siamo arrivati in finale di Coppa Italia, in semifinale in Super 10, e siamo stati competitivi in Europa, ottenendo anche un successo contro Bayonne».
Risultati che fanno pensare ad un Petrarca stabilmente al vertice del rugby italiano. «Da due anni a questa parte il divario con le migliori si è ridotto - riprende Covi - ci sono società che investono parecchi soldi, molti più di noi, quindi dobbiamo spendere al meglio quelli che abbiamo, sapendo di non poterci permettere errori. Per fortuna il gruppo di sponsor, a partire dalla famiglia Tabacchi, sono molto legati alla società: con tutti loro c'è una condivisione dei valori che va oltre l'aspetto finanziario».
Quanto alla rosa, Covi non prevede rivoluzioni. «Il ciclo è iniziato tre ani fa, sapevamo che quest'estate un gruppo di giocatori avrebbe lasciato il Petrarca, e che altri non sarebbero stati confermati. E' importante avere ragazzi seri e in continua crescita, come Gatto, Bezzati, Leonardi (vittima peraltro di un infortunio al ginocchio pochi giorni fa con l'Italia Seven ndr), Giovanchelli, Patrizio, Rizzo (questi ultimi due sono partiti con l'Italia per il tour in Sudafrica e Argentina ndr)». La lista dei partenti comprende invece le seconde linee Davis e Grimes, il figiano Sisa, l'ala Palefau. «Davis rientra in Nuova Zelanda per una scelta di vita, ormai i figli inizieranno la scuola», spiega Covi, «mentre Grimes smette di giocare e torna in Scozia: inizierà a lavorare e forse avrà un incarico tecnico al Newcastle. Sisa invece va in Francia a Tolone, società dalle grandi ambizioni e questo ci fa piacere. Infine Palefau torna negli Stati Uniti. Lui, che peraltro si è comportato con grande serietà, forse resta un punto interrogativo per il Petrarca».
Tra i partenti sicuri anche Stefano Canale, convocato con l'Italia Seven (va a Rovigo) e Manuel Dallan (a Venezia). La priorità, a questo punto, è rinforzare il reparto delle seconde e terze linee, e dare un'alternativa a Leonardi come mediano di mischia: la partenza di Canale potrebbe portare alla promozione di Billot, giovane del vivaio. Possibile l'arrivo della terza linea Derbyshire, giovane terza linea azzurra dal Gran Parma, dell'ala Spragg da Calvisano, e del centro Bertetti da Udine, pure nel giro della Nazionale A.
Il raduno è fissato per il 24 luglio, e da metà agosto via alle amichevoli. Già fissata quella del 30 con Viadana, dal 18 al 24 potrebbe arrivare a Padova il Leinster per due match contro Petrarca e Benetton. (f.f.)