Giovedi uno spettacolo a Dolo dedicato a Luigi Monteleone

DOLO.Si svolgerà giovedi, alle 21, al cinema teatro Italia lo spettacolo «Al Mattonificio», tratto dal racconto «Alla fabbrica di mattoni» scritto da Luigi Monteleone. La particolarità di questo spettacolo sta proprio nel suo autore, Luigi Monteleone, personaggio dolese morto due anni fa. Luigi Monteleone era napoletano ma dopo l'Università, nel dopoguerra, decise di fermarsi nel Veneto, diventando medico condotto di alcuni paesi della Riviera, tra Padova e Venezia. Scrittore lo divenne molto più tardi, nel 1973, a 53 anni, pubblicando «Il signorino». Poi altri due libri: «La bestia controvento», edito da Bompiani e «La pena e l'oblio», edito da Feltrinelli, entrambi ambientati in un Veneto che Monteleone definiva «bianco, ambiguo, tridentino». Monteleone lo si può definire uno scrittore provinciale e popolare. Provinciale, perché racconta nei suoi libri la provincia, la periferia, la dimensione del piccolo, del vivere tra poche persone, senza gli anonimati delle città. In provincia tutto è palese e contemporaneamente nascosto. Tutto viene detto, ma sottovoce, per non farsi sentire. Popolare, perché sta da quella parte, dalla parte del popolo, che racconta senza epopea, senza utopie, spesso senza speranza, con una adesione alle sofferenze che non è ideologica, ma emotiva, anche se alla emozione non si lascia andare. Per informazioni sui biglietti: tel. 041412500, www.doloneiteatri.it. (g.pir.)