Agli italiani più creativi il «Liberation Award»

ROMA.E' il discusso quanto amato Oliviero Toscani ad aprire la lista dei nove personaggi italiani ritenuti più creativi e innovativi che riceveranno nel corso del 2006 in nove serate a tema il «Liberation award for innovation», il premio, nella sua prima edizione, promosso dalla Rim, società canadese che sviluppa e produce il dispositivo portatile di comunicazione Blackberry, con il patrocinio del Ministro per l'innovazione e le tecnologie.
Lo scopo dell'iniziativa è quello di celebrare «quelle persone che hanno creato nuove idee e nuove opportunità di crescita» come ha sottolineato Domenico De Masi, presidente della fondazione Ravello, e di individuare personalità italiane che si siano distinte in nove differenti ambiti: politica e istituzioni, impresa e management, arte e cultura, cinema, moda, finanza, tecnologie e ricerca, media, sport.
Ai vincitori andrà una scultura di metallo prezioso creata per l'occasione dal giovane artista Giovanni Lamorgese.
Tutte le cerimonie di premiazione del vincitore si terranno a Roma e ad inaugurare la serie di serate che si terranno una volta al mese fino al 13 dicembre prossimo, sarà Oliviero Toscani, che mercoledi prossimo riceveràil premio per il settore arte e cultura dal critico d'arte Achille Bonito Oliva, membro della giuria del premio insieme, tra gli altri, a Domenico De Masi, la regista Lina Wertmuller, Antonio Calabrò e Pierluigi Celli, ex direttore generale della Rai.
«Chi lascia la via vecchia per quella nuova è proprio il personaggio che interessa a noi», ha affermato ironicamente Lina Wertmuller che, presentando l'iniziativa, ha ribadito più volte la necessità di sostenere l'originalità di vedute, la libertà e le idee: «Vogliamo premiare chiunque abbia il bel vento della navigazione nelle proprie vele, chiunque dia impulsi nuovi alla società e ai suoi settori stagnanti, a chiunque porti il seme della novità, perchè non bisogna solo tirare avanti, ma andare avanti».
Ogni mese, nel corso delle serate a tema, verrà svelato il nome del personaggio illustre scelto per un dato ambito.