Tangenziale, stop ai clacson

Come promesso dall'amministratore delegato Lino Brentan, la società autostrade Venezia-Padova metterà la sordina alla tangenziale. Tra una settimana scatterà su tutto il percorso di competenza della concessionaria, il divieto di usare il clacson di notte, tra le 22 e le 8 del mattino successivo. Un divieto che interesserà tutta la tangenziale da Marghera al Terraglio. Di sera, camion e auto non potranno utilizzare i segnalatori acustici, pena una contravvenzione. L'ordinanza che introduce il divieto è attesa per la prossima settimana, in concomitanza - spiegano alla Venezia-Padova - verranno scoperti i cartelloni che avvisano gli automobilisti della novità.
La richiesta di mettere il «silenziatore» alla tangenziale, almeno tra Villabona e Marghera, era venuta dal prosindaco Gianfranco Bettin e dell'assessore Giuseppe Caccia, sensibilizzati al problema dagli abitanti delle case bianco-verdi di via del Bosco che distano davvero pochi metri dalla tangenziale e sono stufi di rumori.
Lino Brentan aveva subito raccolto l'invito del 20 agosto, promettendo di intervenire. Due mesi dopo, arriva la conferma degli uffici della società di Villabona. Con la novità di un divieto che non riguarderà solo gli abitanti di Marghera, ma tutti i circa 30 mila cittadini che risiedono nel raggio di cento metri dalla tangenziale, fino al Terraglio. Camion e auto,sono avvertiti.
Dalla prossima settimana in caso di ingorgo notturno non sarà quindi più tollerata la protesta a suon di colpi di clacson di autisti e automobilisti, come invece era accaduto regolarmente la scorsa estate durante i cantieri in tangenziale prima del via al grande esodo estivo. (m.ch.)