Idia Brighenti e la poesia

«Era vento di settembre / e sui ponti passeggiavo / diffusa nell'assenza / la paura nel mare disciolta / e nel mare e nelle sue ombre». Sono alcuni versi di «Venezia», una delle 60 liriche dell'ultima raccolta di poesie di Idia Brighenti, Sulla mia terra inquieta (Interlinea). L'ultima pubblicazione della poetessa cremonese si apre con una nota di Alda Merini che parla di «versi bellissimi, claustrali, curatissimi come è curata lei». A quattro anni dalla silloge Voce infinita, Brighenti si ripropone come autrice di raffinata sensibilità e sofisticata qualità letteraria. (g.b.)