Una A.S. Mestre 2003 iscritta in Terza categoria Ma manca l'organigramma

MESTRE.Il Mestre non esiste più da una settimana, eppure sono in tanti a volere l'eredità arancionera. Se pochi giorni fa l'Edo Mestre (Promozione) ha fatto sapere che in questa stagione giocherà in maglia arancione, ieri Primo Marani ha reso noto di avere iscritto una squadra denominata A.S. Mestre 2003 al campionato provinciale di Terza categoria. Un'operazione che Marani aveva annunciato da tempo, ora resta da vedere quale delle due realtà decideranno di seguire i tifosi mestrini superstiti, senza contare che proprio un gruppo di supporters arancioneri all'indomani del fallimento si è mobilitato per registrare il marchio storico della società, riservandosi di concederlo solo a chi fornirà loro le maggiori garanzie. Da parte sua Marani ostenta ottimismo, per nulla preoccupato di cominciare da così in basso. «Non si poteva fare diversamente - dice - e poi non è detto che l'anno prossimo non sia possibile acquisire un titolo e magari ritrovarsi in Eccellenza o in D, alla fine di ogni stagione c'è sempre qualche club in difficoltà. L'Edo Mestre? Una società rispettabile, con più di quarant'anni di storia. Non vedo però cosa abbiano a che fare con il Mestre, il fatto che abbiano deciso di giocare in arancione non mi tocca». Marani ha inviato l'iscrizione, ma resta da costruire la nuova società. «Tutto sarà sistemato a giorni - aggiunge - sto lavorando per trovare un allenatore, ho già in mente il nome di Marco Faggiani, che già l'anno scorso aveva lavorato con gli Allievi nazionali arancioneri. Al Comune, poi, ho inviato una richiesta di giocare le gare interne al Baracca». Ma l'ipotesi che il Comune conceda l'impianto di Carpenedo appare remota proprio in considerazione del fatto che il nuovo club militerà in Terza categoria. Da parte sua il comitato provinciale si dice disponibile a venire incontro alle richieste del Mestre 2003, ponendo però una condizione: «A dire il vero i termini per iscriversi alla Terza categoria sarebbero scaduti il 5 agosto - spiega Giuseppe Ruzza, presidente della Figc veneziana - ma non ci sono problemi ad ammettere un'altra formazione. In comitato è già arrivata l'iscrizione di una società chiamata Mestre 2003, ho anche già parlato con Marani e con lui sono stato chiaro, prima di dare il via libera alla partecipazione della squadra voglio che mi presenti l'organigramma del nuovo club».
(Maurizio Toso)