Debora media per Chiamparino

ROMA Se il neo presidente del Piemonte Sergio Chiamparino (Pd) è stato eletto al vertice della Conferenza delle Regioni, buona parte del merito è da attribuire alla presidente del Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani, nonchè vice segretario del Pd, che si è fatta carico della trattati

Chiamparino è il nuovo presidente

Sergio Chiamparino (Pd), presidente della Regione Piemonte da soli due mesi, è il nuovo presidente della Conferenza delle Regioni. È stato eletto al posto di Vasco Errani che ricopriva l’incarico da quasi dieci anni. La scelta di Chiamparino, che è stato anche presidente dell’Anci prima di

Chiamparino è il nuovo presidente

Sergio Chiamparino (Pd), presidente della Regione Piemonte da soli due mesi, è il nuovo presidente della Conferenza delle Regioni. È stato eletto al posto di Vasco Errani che ricopriva l’incarico da quasi dieci anni. La scelta di Chiamparino, che è stato anche presidente dell’Anci prima di

Chiamparino è il nuovo presidente

Sergio Chiamparino (Pd), presidente della Regione Piemonte da soli due mesi, è il nuovo presidente della Conferenza delle Regioni. È stato eletto al posto di Vasco Errani che ricopriva l’incarico da quasi dieci anni. La scelta di Chiamparino, che è stato anche presidente dell’Anci prima di

SENTENZA DA PAESE NORMALE

di LUIGI VICINANZA Non era un puttaniere. Non facciamone un santo. Sebbene la giustizia dei tribunali finisca sempre più spesso per essere assimilata al tifo da stadio. Clamoroso è clamoroso. Inutile girarci intorno. Da sette anni a zero. Come l’umiliante 7 a 1, sempre per restare in campo

Mediocredito, Bankitalia dice sì

«La Regione crede in Mediocredito quale banca assolutamente necessaria nel sistema creditizio del Fvg: l’indagine dimostra come i clienti abbiano un’alta opinione del suo operato. Questo conforta l’amministrazione regionale nell’azione di ricapitalizzazione dell’istituto». È il commento de

ORA PRIMARIE APERTE E TRASPARENTI

di GIANFRANCO PASQUINO Con le improvvise e amareggiate dimissioni di Vasco Errani dalla Presidenza della Regione Emilia-Romagna esce di scena l’ultimo importante esponente dei bersaniani. Nella rete di rapporti definita “tortello magico” che ha appoggiato Bersani, la figura di Errani, per

Emilia Romagna, spunta l’ipotesi Delrio

di Maria Rosa Tomasello wROMA Il giorno dopo l’annuncio delle dimissioni di Vasco Errani, il Pd è in fibrillazione. I nodi da sciogliere, dopo l’addio improvviso del presidente dell’Emilia Romagna, condannato in secondo grado a un anno per falso ideologico nella vicenda “Terremerse”, sono

ORA PRIMARIE APERTE E TRASPARENTI

di GIANFRANCO PASQUINO Con le improvvise e amareggiate dimissioni di Vasco Errani dalla Presidenza della Regione Emilia-Romagna esce di scena l’ultimo importante esponente dei bersaniani. Nella rete di rapporti definita “tortello magico” che ha appoggiato Bersani, la figura di Errani, per

Emilia Romagna, spunta l’ipotesi Delrio

di Maria Rosa Tomasello wROMA Il giorno dopo l’annuncio delle dimissioni di Vasco Errani, il Pd è in fibrillazione. I nodi da sciogliere, dopo l’addio improvviso del presidente dell’Emilia Romagna, condannato in secondo grado a un anno per falso ideologico nella vicenda “Terremerse”, sono

ORA PRIMARIE APERTE E TRASPARENTI

di GIANFRANCO PASQUINO Con le improvvise dimissioni di Vasco Errani dalla Presidenza della Regione Emilia-Romagna esce di scena l’ultimo importante esponente dei bersaniani. Nella rete di rapporti definita “tortello magico” che ha appoggiato Bersani, la figura di Errani costituiva un eleme

ORA PRIMARIE APERTE E TRASPARENTI

di GIANFRANCO PASQUINO Con le improvvise dimissioni di Vasco Errani dalla Presidenza della Regione Emilia-Romagna esce di scena l’ultimo importante esponente dei bersaniani. Nella rete di rapporti definita “tortello magico” che ha appoggiato Bersani, la figura di Errani costituiva un eleme

ORA PRIMARIE APERTE E TRASPARENTI

di GIANFRANCO PASQUINO Con le improvvise dimissioni di Vasco Errani dalla Presidenza della Regione Emilia-Romagna esce di scena l’ultimo importante esponente dei bersaniani. Nella rete di rapporti definita “tortello magico” che ha appoggiato Bersani, la figura di Errani costituiva un eleme

Vertice a palazzo Chigi sulle riforme

di Maria Berlinguer wROMA Matteo Renzi stringe i tempi sulla riforme. Incassato l’ok del Fondo monetario al suo «programma ambizioso» di riforme istituzionali e dopo un pranzo al Quirinale con mezzo Consiglio dei ministri, il premier convoca in serata un vertice a palazzo Chigi con il Pd p