L'ospedale replica al sindacato «Rispettata la convenzione»

Monica Del Mondo / palmanovaI soccorritori della Croce Rossa presenti al pronto soccorso di Palmanova agiscono rispettando la convenzione con l'azienda sanitaria: lo specifica con una nota l'Aas 2 Bassa friulana Isontina dopo le osservazioni del sindacato Nursind che ha chiesto approfondimenti su presunte irregolarità di mansioni, riservandosi di rivolgersi anche alla Procura. «I soccorritori della Croce rossa italiana dell'equipaggio Blsd (Basic life support and defibrillation) di stanza a Palmanova rispettano quale mandato prioritario l'espletamento del servizio coordinato dalla Centrale Sores e definito dalla Convenzione aziendale». Il compito di questi operatori è prestare soccorso sul territorio, intervenendo su richiesta dei numeri di emergenza. Tuttavia i soccorritori non sono sempre impegnati a bordo dei mezzi. «Nei periodi di attesa di attribuzione di servizi - prosegue la nota - sono presenti al pronto soccorso e svolgono attività di supporto al personale sanitario, sotto supervisione infermieristica e medica. Si tratta di compiti assistenziali definiti dall'ordinamento interno alla struttura e svolti dopo specifica formazione con un tirocinio finalizzato al conseguimento delle competenze richieste. Tali compiti sono importanti per il mantenimento delle competenze acquisite, a garanzia di una buona pratica assistenziale svolta durante gli interventi di soccorso». L'azienda sottolinea che tutto ciò è in linea con le direttive del Ministero delle Salute riferite alle mansioni dei soccorritori. «Riteniamo - prosegue la nota - che l'organizzazione interna, frutto anche dell'esperienza maturata con l'evoluzione del Sistema sanitario regionale per l'Emergenza, rappresenti una modalità virtuosa di «buon utilizzo delle risorse disponibili e sia una base di garanzia per buoni standard di servizio ai cittadini». Le prese di posizione sulla stampa da parte del sindacato, secondo la direzione dell'Aas 2, hanno un impatto negativo sull'utenza e sugli operatori coinvolti «generando in modo ingiustificato sfiducia rispetto ad un servizio di emergenza che ha sempre svolto con grande professionalità e impegno la propria funzione». - BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI