In 720 allo stadio: per l'Udinese club 2017 da incorniciare

ROVEREDOIl 2017 resterà un anno da incorniciare nella storia del giovane Udinese club di Roveredo. Oltre al divertimento fuori e dentro lo stadio, l'associazione non ha mancato di rivolgere un pensiero "concreto" alle persone meno fortunate, devolvendo in beneficenza due assegni di 400 euro al gruppo dei Clown in corsia, che si occupa di rasserenare i bambini malati negli ospedali, e alla Nostra famiglia di San Vito, struttura sanitaria riabilitativa. Le soddisfazioni non sono mancate per il gruppo (che conta 160 soci), vincitore dell'Auc day del 1º ottobre con 720 persone portate sugli spalti della Dacia Arena (o "Friuli", come preferiscono chiamarlo gli affezionati dei colori bianconeri). Tanti i chilometri percorsi per seguire in trasferta la squadra del cuore a Milano, Torino, Verona, Bologna, Ferrara, Reggio Emilia e persino Crotone (il 4 dicembre), lontana 1.200 chilometri dalla sede del club, al caffè Municipio di piazza Roma. Sempre a gridare «forza Udinese», comunque vada, spinti da una passione che non conosce riposo. Il direttivo dell'associazione è formato da Rudi Tramontin, titolare del caffè Municipio, Davide e Rino Nosella, Franco Barbariol, Rita Cadello, Filippo Pirolo, Davide De Zorzi, Mario Bassi, Giglia Travanut e Marco Zuliani. «L'obiettivo è di costruire nuovi tifosi bianconeri veri - scrive Tramontin sulla su Facebook per ringraziare tutti i soci del club - e portare nuova gente allo stadio, perché è un'esperienza emozionante». Per promuovere l'ingresso dei più piccoli, il club ogni domenica (escluse le sfide contro le big di campionato) propone tariffe agevolate per famiglie. Il club non si ferma neppure alla vigilia di Capodanno: oggi alle 15 c'è la sfida con il Bologna, e un pullman di tifosi bianconeri (che ha già registrato il tutto esaurito) organizzato dal club roveredano è pronto per partire il Dall'Ara. (m.pa.)©RIPRODUZIONE RISERVATA