«Troppe critiche, via le casette dal centro»

di Milena BidinostwCORDENONSQuesto potrebbe essere l'ultimo anno con le casette di Natale di piazza della Vittoria. Mentre fervono i preparativi per la festa di Capodanno in una piazza che sarà blindata su ordine della prefettura, a cambiare luogo alla prossima edizione della manifestazione ci sta già pensando l'associazione dei commercianti Li Boteghis de Cordenons. Da cinque anni organizza le casette in collaborazione con il Comune. Gli organizzatori, ma anche gli stessi esercenti delle casette - una decina quest'anno - si dichiarano stanchi di finire ogni anno nel mirino delle polemiche, anche virtuali, di quanti con poca tolleranza contestano rumori, musica alta e scarso decoro della piazza. «Tireremo le somme a fine manifestazione - dice Gigi Cozzarin, presidente de Li Botheghis -, ma stiamo pensando seriamente di non riproporre più le casette in piazza. Il 98 per cento delle persone si complimenta per questa iniziativa che anima il centro città nelle feste di Natale. C'è però un due per cento che contesta tutto e che ci costringe ad adempimenti ulteriori che costano tempo e danaro e che, soprattutto, smorzano l'entusiasmo di quanti stanno lavorando per rendere viva la piazza». Le prime lamentele erano scattate in occasione della serata inaugurale delle casette, il 1º dicembre, sui social appunto. In quell'occasione gli organizzatori avevano preso provvedimenti, correggendo il tiro degli orari della musica. «Dato che la legge italiana è molto chiara - dice sarcastico Cozzarin - per non incorrere in inutili rischi e dare un taglio alle polemiche, abbiamo inoltre incaricato dei professionisti per verificare ulteriormente i livelli della musica, nonostante fossero in regola». A seguire, la civica di opposizione "Sinistra in Comune" aveva fatto girare un video che immortalava la situazione, a suo dire di scarso decoro per la piazza, limitrofa alle casette e aveva inviato al sindaco, Andrea Delle Vedove, un'interrogazione scritta in merito. «Non so - taglia corto Cozzarin - chi siano le persone che si lamentano, so che a noi arrivano queste voci e non fanno piacere. Vorrà dire che il prossimo anno sceglieremo un posto isolato così faremo contenti quelli che, magari, in piazza della Vittoria nemmeno ci vengono la sera, ma sono molto attivi nelle piazze virtuali». Intanto ci si prepara al Capodanno: domenica sera la piazza sarà chiusa come in occasione del mercato, con dei pulmini a sbarrare gli accessi per la sicurezza. A breve anche l'ordinanza che vieterà l'utilizzo di bicchieri e bottiglie di vetro al di fuori dei banconi delle casette. ©RIPRODUZIONE RISERVATA