La 3/S ritrova il ritmo giusto a Trieste Super Petrovic e Don Bosco battuto

TRIESTEC'è voluto un santo, Giovanni Bosco, per far passare un Natale felice alla 3/S Cordenons. In crisi di risultati e classifica la formazione di coach Beretta, priva di Moretti e De Santi e con un Marella da 0 su 5, è andata a sbancare il parquet del Don Bosco Trieste, avversaria diretta per l'ultimo posto playoff, e ora guarda al futuro con più serenità. Tre i giocatori chiave in casa cordenonese: la coppia di play Corazza, 7 su 9 da due, e Pezzutti, 2 su 3 da tre, 5 su 10 da due, 7 su 8 ai liberi e 10 rimbalzi, e il veterano Petrovic. Lo sloveno deve aver sentito la vicinanza di casa e ha sciorinato la miglior prova della stagione: un iperbolico 6 su 8 da tre, 3 su 4 da due e 2 su 2 dalla linea. Da citare anche Damjanovic per i 7 assist. Dopo due quarti equilibrati, in apertura di terzo i salesiani hanno piazzato un 8-2 per il 45-38 del 23'. Questa volta, la 3/S non si è lasciata abbattere e la risposta è stata un controbreak di 8-0, bomba più canestro da 2 di Petrovic, tripla di Mezzarobba e tornata avanti sul 45-46 la 3/S non ha più mollato la testa. Andata sul 59-67 al 34' anziché amministrare ha spinto ancora dilagando fino al più 18 finale. (d.d.)©RIPRODUZIONE RISERVATA