Festa di poesia stasera e lunedì prossimo al San Francesco

Ritorna, oggi e lunedì 8, nel chiostro della biblioteca, la Festa di poesia, immancabile appuntamento dell'Estate in città. Le serate organizzate dalla biblioteca in collaborazione con Pordenonelegge sono tra i momenti più consolidati e di vecchia data di un progetto che vorrebbe fare di Pordenone la "capitale della poesia" (al quale partecipano anche altre realtà culturali strategiche per la città, come il teatro Verdi e la Friuladria) e che nel corso dell'anno si declina in varie tappe. E ciò nel segno di una città che esprime diverse esperienze poetiche vitali e che appare davvero "un bel posto" per la poesia e per fare poesia. Nelle due serate si potranno ascoltare quattordici voci: alcune nuove, altre che fanno ritorno, compongono tutte una mappa attendibile della poesia del nostro tempo. «Le loro strade a volte s'incrociano, altre disegnano traiettorie distanti - dicono gli organizzatori - anche se tutte sono tese a cercare una parola viva, all'altezza delle gravi domande che ci attraversano, e anche quell'intimità, quella terrestre simpatia che tiene legati, soprattutto in tempi difficili, gli esseri umani e tutte le creature. Ascoltiamo i poeti, dunque, perché proprio oggi i poeti possono parlarci di più». Stasera, dalle 21, saranno protagonisti del recital poetico saranno Alberto Cellotto, Roberta Durante, Rita Gusso, Andrea Longega, Maddalena Lotter, Luigi Natale, Giulia Rusconi e Giovanni Turra. L'8 luglio sarà il turno di Andrea Breda Minello, Vincenzo Della Mea, Fabio Franzin, Sebastiano Gatto, Francesco Indrigo, Marco Scarpa, Francesco Targhetta e Antonio Turolo. L'ingresso è libero. Cristina Savi ©RIPRODUZIONE RISERVATA