E' morto don Cencig, fondatore del Dom

PULFERO Profondo cordoglio, nelle Valli del Natisone, per la scomparsa di don Emilio Cencig, co-fondatore del periodico Dom e figura molto nota e stimata: aveva 87 anni, 50 dei quali trascorsi al servizio della comunità di Tribil Superiore, in Comune di Stregna. Nato nella borgata di Montefosca (Pulfero), don Cencig – laureatosi in teologia, a Roma, e successivamente in giurisprudenza, a Padova – fu consacrato sacerdote dall'arcivescovo Giuseppe Nogara, nella cattedrale di Udine, il 17 luglio 1949; i primi anni di ministero lo portarono a Masarolis, Prepotto, Canebola, Comeglians ed Erbezzo. Nel 1957, fu nominato parroco di Tribil appunto, frazione in cui rimase fino a quando la salute glielo consentì. Nel 2006, ormai acciaccato dai malanni dell'età, si ritirò nella casa per il clero di San Vito al Tagliamento. Di don Emilio Cencig le Valli ricorderanno, in primis, il battagliero impegno a favore della comunità slovena della provincia di Udine. In tale contesto rientra la fondazione, nel 1966 – con don Mario Laurencig e monsignor Valentino Birtig –, della rivista Dom, che diresse fino al 1980 e per la quale scrisse sino a quando gli fu possibile.I funerali di don Emilio saranno celebrati domani, mercoledì, alle 14.30, nella chiesa di Tribil Superiore. (l.a.) ©RIPRODUZIONE RISERVATA