La promessa di Renzi: sarò in Fvg a ottobre Dirigenti con Bersani

di Christian Seu wUDINE Nell'agenda ancora nessuna data cerchiata di rosso. Eppure, anche in regione, il Partito democratico scalda i motori in vista delle primarie, che dovranno designare il candidato premier del centrosinistra alle politiche della prossima primavera. Nel contesto di uno scenario ancora magmatico, appena qualche giorno fa, a Verona, Matteo Renzi ha sciolto le ultime riserve: il sindaco di Firenze tenterà di "rottamare" il segretario democratico Pier Luigi Bersani che, al di là delle dichiarazioni di facciata, non pare aver gradito la discesa in campo di Renzi. Bersani contro Renzi, dunque, al netto delle altre candidature, da Bruno Tabacci a Laura Puppato, passando per l'ex gemello del primo cittadino di Firenze, Pippo Civati. E in regione le truppe dem iniziano a muoversi, per organizzare la campagna delle primarie. Gran parte della nomenklatura del partito appoggerà Bersani, già sostenuto alle primarie del 2009. Il sindaco di Trieste, Roberto Cosolini, era uscito allo scoperto già all'alba dell'estate, promuovendo la passata esperienza di governo di Bersani e invitando il giovane sindaco di Firenze a occuparsi dell'amministrazione del capoluogo toscano. Sosterrò il segretario – spiega da Gorizia Enrico Gherghetta, presidente della Provincia isontina –. Mi piace il cambiamento, non il dissesto. Anche i parlamentari del Pd eletti in Fvg sostengono Bersani, con l'unica eccezione di Alessandro Maran: Renzi mi piace, sta occupando con coraggio gli spazi riformisti del partito, nel solco dei vari Veltroni, Ichino e Chiamparino e incarnando con autorità lo spirito del Lingotto, spiega il deputato gradese. La settimana prossima sarà in regione il braccio destro del sindaco di Firenze, Roberto Reggi. Allora saranno gettate le basi per la nascita in Fvg del comitato pro-Renzi, che avrà quasi certamente nell'ex primo cittadino di Pordenone, Sergio Bolzonello, una delle bocche di fuoco: Nei prossimi giorni definiremo la strategia da mettere in campo – conferma il consigliere regionale Franco Brussa, tra gli animatori del nascente comitato –. c'è da rilevare che molti degli ex della Margherita si riconoscono nelle idee di Renzi. Che, stando ai rumors, dovrebbe essere in regione (sicuramente a Udine e Trieste, forse negli altri capoluoghi) già nella seconda metà di ottobre. Dalla parte di Renzi sono pronti a schierarsi anche l'ex assessore regionale Enzo Marsilio e il consigliere Sergio Lupieri, ma anche l'assessore udinese all'Innovazione, Paolo Coppola, e il segretario provinciale dei dem friulani, Andrea Lerussi, che annuncia: Renzi rappresenta la novità: Bersani dovrà rispondere alle domande che il sindaco di Firenze pone, sia sul futuro del Paese che su quello del partito. ©RIPRODUZIONE RISERVATA LEGGI E COMMENTA SUL SITO www.messaggeroveneto.it