Anni Settanta, la ribellione in un libro

Serata con l'autore domani, alle 20.30, alla Casa dello studente di Fiume Veneto. Protagonista Toni Carli, il quale racconterà la sua storia presentando il terzo libro, "Le uova degli angeli" (Edizioni del gattaccio). L'accompagnamento musicale della serata sarà affidato a Bruno Cesselli, letture di Eugenio Canton. Toni Carli nasce a Tripoli: a tre anni torna in Italia con la famiglia. Trascorre i successivi vent'anni a Fiume Veneto e si diploma all'istituto tecnico per geometri di Pordenone, quindi la decisione di trasferirsi in Toscana. Nel1986 un incidente in moto lo costringe su una sedia a rotelle. Studia pianoforte e altri strumenti: attualmente lavora alla Fondazione Siena Jazz. Autore del romanzo "Tanto per rimanere uguali" e di "Una dea bendata", nonché di racconti e dialoghi teatrali, ha curato la regia di uno spettacolo multimediale dedicato a Chet Baker. "Le uova degli angeli" è un libro autobiografico, ma è anche la storia di molte altre persone. Cos'è stato essere ragazzi e ragazze, ascoltare musica, fare politica, avventurarsi in viaggio negli anni Settanta, un periodo dove tutto succedeva e molto altro pareva stesse per succedere? E come è successo tutto ciò non a Milano o a Bologna ma in provincia, in un piccolo paese del Friuli, sia pure sotto l'ala inquieta e stimolatrice del conterraneo Pasolini? Toni Carli ripercorre le proprie vicende in quegli anni, in cui essere adolescenti e giovani, rispetto a prima, non era più la stessa cosa, perché erano tumultuosamente e velocemente cambiati i rapporti fra i sessi, i sentimenti, le aspettative verso il futuro, la consapevolezza delle ingiustizie e le lotte, la curiosità insaziabile per la cultura, i libri e il cinema, percorsi musicali nuovi ed estremi, le stesse zone dove si viveva. Toni Carli ha anche aperto un blog nell'ambito del proprio sito internet, che prende ilnome dal suo ultimo romanzo, in cui poter condividere riflessioni, pensieri e idee (www.leuovadegliangeli.it).(a.s.) ©RIPRODUZIONE RISERVATA