Alemanno nelle telefonate, ma è estraneo

…Perché l'altra, l'altra sera, l'altra sera mi hanno presentato Gianni Alemanno ; eh! Bellezza.. Sei già informato? Ma sai che cosa bella che abbiamo fatto? Un buffet, insomma, senza giochi d'artificio, senza fontane, però, in piccolo, al caffè de Paris là a Roma. Tu immagina il Ministro con il microfono in mano, "ringrazio il gruppo Lampada, noto industriale calabrese a Milano e il dottore Vincenzo Giglio", noi in un angolino che gli alzavamo la mano tipo "cià, cià, cià. A parlare con un avvocato è Giulio Lampada che ha organizzato il tutto. E' il 3 aprile 2008 e il ministro è Gianni Alemanno. Il politico, oggi sindaco di Roma, non è indagato e secondo il gip di Milano era incosapevole di chi fossero i bravi impreditori con cui si complimentava. Gli erano stati presentati dal suo compagno di partito Franco Morelli, il consigliere regionale arrestato. Per il Gip che Alemanno, così come è, non avesse idea alcuna di chi fossero in realtà i Lampada, conta poco o nulla. Quello che conta è che il gruppo mafioso riesca ad accedere a determinate relazioni personali e di favore.