Russia, cinque voli settimanali

RONCHI DEI LEGIONARI Tra giugno e settembre sono cinque i voli settimanali diretti tra gli aeroporti di Domedovo, Vnukovo, e Sheremetyevo (Mosca) e lo scalo di Ronchi dei Legionari, con una previsione di arrivi dagli 8 ai 10 mila turisti. Lo ha confermato il presidente di Aeroporto Fvg, Sergio Dressi, che ha affiancato l'assessore regionale alle Attività produttive Federica Seganti nella presentazione ieri a Ronchi delle iniziative messe a punto per agganciare il mercato turistico russo. Un obiettivo per cui la collaborazione con l'aeroporto è stata fondamentale - ha detto l'assessore - perché ha consentito di avviare un'azione mirata, partita con un primo accordo con l'Ics Travel Group e continuata in modo da iniziare la stagione estiva con 5 voli e passare poi alla seconda fase, suscitando l'interesse di chi arriva per indurlo a programmare un viaggio che abbia come meta unica o prioritaria il Friuli Venezia Giulia. Per questo è stata avviata un'attività promozionale e di benvenuto incentrata su materiali informativi e totem in russo, indicanti i servizi aeroportuali, e su una rimodulazione degli orari per garantire ai viaggiatori in arrivo alle 7.30 del mattino di godere un'adeguata accoglienza, ha continuato l'assessore, sottolineando la propensione di questi turisti per le località balneari e le città d'arte. Certo i voli internazionali in area extra-Schengen rappresentano un impegno per l'aeroporto ed in particolare per le Forze dell'ordine - ha notato quindi Federica Seganti - ed in qualità di assessore alla Sicurezza va a loro il mio grazie per un servizio di fondamentale importanza. L'assessore ha quindi ricordato che in Russia quest'anno il Pil crescerà del 4% e questo comporta un aumento di ricchezza che avrà riflessi anche sui flussi turistici da quel Paese.