Virgili: rivoluzionata la "macchina" amministrativa

Porre le basi per una metodologia condivisa tra enti locali in materia di sistemi di misurazione e premiante nella gestione del personale, partendo dai risultati della rivoluzione avviata dall'amministrazione provinciale di Udine. Questi, in sintesi, gli obiettivi del convegno organizzato dall'assessore provinciale al personale, Mario Virgili su "Obiettivi e sistema premiante nella gestione del personale degli Enti locali: il caso Provincia di Udine" alla quale ha preso parte, tra gli altri, l'assessore regionale Andrea Garlatti. Aprendo i lavori, Virgili ha sostenuto che con la sottoscrizione del nuovo contratto decentrato integrativo per i dirigenti dell'ente, c'è stata una vera e propria rivoluzione della macchina amministrativa provinciale. Tra le principali novità è stato sottolineato il peso maggiore dato ai risultati operativi dei dirigenti: se si considera la retribuzione aggiuntiva pari a 100, il 70% ora è costituito da indennità di posizione e il 30% dipende dai risultati conseguiti (prima il rapporto era 85 e 15). La nuova metodologia di valutazione applicata assieme al nuovo modello organizzativo – ha aggiunto Virgili – ha consentito non solo una adeguata compensazione a livello di responsabilità ma anche e soprattutto una diversa qualità della relativa spesa, molto più flessibile e gestibile rispetto a quella derivante da personale a ruolo fisso e ha permesso di avere l'incentivazione ad ottenere un migliore risultato in termini di output con evidenti benefici per i cittadini sia per qualità che per efficienza dei servizi. La nostra esperienza – ha chiosato Virgili - sarà anche oggetto di condivisione per una sua più ampia diffusione nell'ambito dell'Upi nazionale con cui abbiamo già preso contatto. L'assessore Garlatti, poi, ha sottolineato l'importanza di un sistema di valutazione ovvero un sistema che permetta di rendere oggettivo "l'output" ovvero il risultato dei nostri enti pubblici e ha dichiarato che l'esperienza della Provincia di Udine può essere un riferimento.