San Giovanni ko: l'Arteniese al settimo cielo

CORMONS Artegna "caput mundi". La formazione di mister Cleto Polonia batte con un 2-0 il San Giovanni Trieste e festeggia una storica vittoria nella Coppa Regione di Prima categoria sul neutro di Cormons di fronte a un centinaio di tifosi giunti dalla Pedemontana con tanto di striscioni, trombette e cori. Il clima allo stadio Mian è stato infatti caldo sotto tutti i punti di vista, accendendosi ancor di più al 37' della ripresa quando il San Giovanni è rimasto in nove a causa delle espulsioni contestatissime di Campieri (gioco falloso) e Gossi (proteste). Decisioni scaturite dopo un'entrataccia dello stesso Campieri su Lizzi. Che non fosse giornata per i triestini, comunque, si era già visto fin dai primi minuti. È il 4' infatti quando una punizione di Andrea Persello da 40 metri spiove dalle parti di Castellarin che si fa clamorosamente sorprendere. Gara che si fa quindi in discesa per l'Arteniese. Il San Giovanni prova a reagire ma l'unica vera opportunità davvero pericolosa per i rossoneri capita al 42' con un'incursione di Gossi, che calcia a botta sicura verso la porta: il mezzo miracolo di piede di Gritti non sarebbe sufficiente a impedire il gol, ma il tocco con la suola del portiere permette a Maurizio Filaferro di arrivare sul pallone prima che questo oltrepassi la linea e a scacciarlo così lontano. Nella ripresa l'Arteniese controlla senza grossi affanni fino al sopraccitato momento della svolta con i due rossi comminati dall'arbitro Carotenuto di Monfalcone. In 11 contro 9 a quel punto per l'Arteniese è tutto semplice e la parola fine al match arriva un minuto più tardi quando in contropiede Giulio Persello sigla il 2-0 della sicurezza e dell'apoteosi biancazzurra. Matteo Femia