Gorizia e Londra unite da grandi pagine di storia

GORIZIA Esce nelle librerie il primo testo frutto della collaborazione tra la Leg - Libreria editrice goriziana - e Osprey Publishing, la prestigiosa casa editrice inglese di storia militare. A partire da martedí, infatti, Leg editerà una ricca sequenza di volumi Osprey, inseriti nella nuova collana Bam - Biblioteca di arte militare, e distribuiti nelle librerie italiane. I suggestivi volumi Osprey, sempre ricchi di fatti, backstage, episodi e protagonisti della storia classica, moderna e contemporanea, puntano a rappresentare la guerra in maniera innovativa: non solo immagini fotografiche tradizionali provenienti da archivi pubblici e privati, ma anche mappe originali e dettagliate illustrazioni realizzate con tecnologie contemporanee da artisti del nostro tempo. Il testo che suggella l'accordo tra le due editrici è La liberazione di Mussolini, il successo internazionale di Robert Forczyk sulla storica impresa di liberazione del Duce dalla prigione del Gran Sasso. È il primo titolo della collana Bam (115 pagine, traduzione di Mauro Pascolat). Immagini inedite per forza evocativa, testimonianze e racconti echeggeranno le convulse vicissitudini di quel 12 settembre 1943: a rendere ancora piú emozionante il racconto degli eventi sarà la spettacolare ricostruzione per immagini dell'atterraggio degli alianti a Campo Imperatore, inserita nel saggio. L'impresa che rese possibile la liberazione di Mussolini dalla sua prigionia sul Gran Sasso fu una delle piú drammatiche operazioni compiute da forze speciali nella storia militare. Dopo l'arresto e la deposizione del 25 luglio 1943, il duce era stato trasferito in una località isolata di montagna (raggiungibile solo tramite funivia), il pianoro di Campo Imperatore, in un albergo dove era guardato a vista. Su diretto ordine di Hitler, i tedeschi, guidati dal capitano delle SS Otto Skorzeny, lanciarono un audace assalto per mezzo di alianti, cogliendo di sorpresa le guardie italiane. Ma quando l'originario piano di fuga dovette essere abbandonato, i tedeschi organizzarono all'ultimo minuto una disperata estrazione aerea per poter fuggire prima di un contrattacco italiano. Il libro esamina minuziosamente gli eventi di quei mesi, che si conclusero con l'incursione del 12 settembre: il contesto strategico in relazione alla caduta e all'arresto del duce, i labili rapporti fra la Germania e i suoi ormai ex alleati.