Energie rinnovabili: raddoppiati nel 2010 gli impianti in Fvg

/I/BBITRIESTE. /I/BSono ben 4.872 i nuovi impianti per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili che Enel ha connesso alla rete elettrica in Friuli Venezia Giulia nel corso del 2010. Una cifra consistente che, aggiungendosi ai 3.259 già connessi fino al 2009, fa aumentare del 250% il numero di impianti verdi presenti sul territorio e fa della regione uno dei territori con la maggior crescita del settore. Udine si conferma provincia 'verde" con 4.860 impianti installati ed una potenza complessiva di 83 megawatt (Mw). La palma del mag-gior tasso di crescita spetta tuttavia a Pordenone che con 2.269 impianti per complessivi 29 Mw fa segnare un aumento rispettiva-mente del 270% e del 223% rispetto al 2009. La provincia di Gorizia ospita invece gli impianti di maggior taglia: a fronte di soli 1.002 impianti la potenza totale, pari a 115 Mw, è superiore a quella complessiva delle altre due province.BRIl 2010 è stato un anno particolarmente impegnativo – sottolinea Francesco Rondi, Responsabile Distribuzione Territoriale Rete Triveneto di Enel – tanto che abbiamo costituito una apposita task force per riuscire a connettere un numero così importante di impianti. L'energia prodotta dalle fonti rinnovabili e il modello di generazione distribuita stanno modificando il sistema di produzione di energia elettrica e la stessa concezione della rete: gli impianti del Friuli Venezia Giulia sono oggi in grado di coprire il fabbisogno di oltre 83.000 famiglie. Stiamo lavorando alla rete elettrica del futuro – aggiunge Rondi – che sarà simile a internet: tutti accedono, prendono e forniscono energia, scambiano informazioni e sono 'attivi". La rete elettrica del futuro sarà quindi intelligente (Smart Grid) e in grado di far dialogare produttori e consumatori, di interpretare in anticipo le esigenze di consumo e adattare con flessibilità la produzione. L'Italia è in prima fila nello sviluppo di queste reti anche grazie ai milioni di contatori elettronici installati su tutto il territorio››.BRE' comunque significativo il contributo fornito in Friuli Venezia Giulia dalle altre fonti rinnovabili: 53 centrali idroelettriche, 1 mini eolico, 9 centrali a biogas e 7 impianti a biomasse. L'idroelettrico si concentra tradizionalmente nelle valli alpine dove si distinguono i 36 impianti dell'udinese ed i 12 della provincia di Pordenone. Biogas e biomasse, fonti che nella maggior parte dei casi si integrano con altri cicli produttivi, sono diffusi prevalentemente in province che mantengono una forte vocazione agricola o dove vi sia la disponibilità di combustibile.